Resta chiuso il centro sportivo 'Le Gemelle' a Lanciano. Serraiocco riconvocato dal Comune. E la maggioranza tira in ballo Di Giuseppantonio

"Avvisiamo che il centro sportivo "Le Gemelle", non potendo garantire i servizi docce e riscaldamento, resta chiuso": c'è ancora una volta un cartello, che riassume l'accaduto, sui cancelli degli impianti di via D’Annunzio, nel quartiere Santa Rita di Lanciano (Ch).  Da ieri sera nuovo stop delle attività, perché le società che gestiscono la struttura,  Wellness e Sportlife, non hanno pagato le bollette del gas e sono stati apposti i sigilli ai contatori. In precedenza era stata staccata la corrente elettrica, per lo stesso motivo. Oltre al fatto che gli stipendi ai dipendenti vengono elargiti a singhiozzo: quello di gennaio, nonostante le promesse, non è ancora arrivato ai lavoratori. La struttura è di proprietà del Comune di Lanciano. "Al momento - dice l'assessore allo Sport, Davide Caporale - non è possibile sapere quando le attività riprenderanno". In municipio si susseguono riunioni. "Nelle prossime ore - riprende Caporale - riconvocheremo Vincenzo Serraiocco, amministratore unico delle società, per capire che sta succedendo. Perché questi disguidi". 

 E sulla questione interviene anche la maggioranza consiliare del Comune di Lanciano che, in una nota assurda, cerca di scaricare la faccenda sul segretario regionale dell'Udc, Enrico Di Giuseppantonio...  Ma che c'entra Di Giuseppantonio con "Le Gemelle"? Nulla... "Il gestore de "Le Gemelle"  - si fa presente in un documento a firma della maggioranza consiliare di centrosinistra - faccia chiarezza e onori la convenzione che mette al centro la fruizione del servizio, oppure, se non è in grado di continuare ad assicurarne la continuità, lasci e riconsegni la struttura al Comune di Lanciano. Serraiocco, - viene aggiunto - amministratore unico delle società Wellness e Sportlife che gestiscono la struttura di proprietà comunale, già candidato alle regionali con Forza Italia e assessore con il centrodestra a Pescara, è stato presentato come nuovo segretario dell'Udc di Pescara, da Enrico Di Giuseppantonio, segretario regionale Udc".

"Di Giuseppantonio e i referenti di Lanciano dell'Udc si attivino con Serraiocco - viene sottolineato - affinché rispetti gli impegni che lo stesso ha assunto con il sindaco e la cittadinanza appena una settimana fa. Altrimenti si valutino azioni immediate, tra cui anche la possibilità di rescindere la convenzione, a tutela dei lavoratori e degli oltre 2.000 utenti della struttura che stanno soffrendo questi disservizi". Con quale titolo Di Giuseppantonio si dovrebbe attivare per far rispettare impegni in una vicenda in cui non è parte in causa? Spetta al Comune, casomai, attivarsi.  Solo il Comune, essendo il proprietario dell'impianto, può pretendere che gli impegni siano rispettati.

 @RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2033

Condividi l'Articolo