Abruzzo. Il generale Caravelli direttore Aise, agenzia servizi segreti dell'Italia per l'estero
GUARDA LE FOTO

Il generale di corpo d'armata Gianni Caravelli è il nuovo direttore dell'Aise, il servizio segreto per l'estero della Repubblica Italiana, facente parte del sistema di informazione per la sicurezza dello Stato.

La nomina, fatta dal Consiglio dei ministri, era attesa in vista della scadenza dell'incarico di Luciano Carta, approdato alla presidenza di "Leonardo". Caravelli, fino ad oggi vicedirettore dell'Agenzia informazioni e sicurezza esterna, sale ora al vertice.

Cinquantanove anni, originario di Frisa (Ch), Caravelli è sposato e ha due figlie. Ha frequentato l'Accademia militare e la Scuola d'applicazione militare dal 1979 al 1983; si è laureato in Scienze strategiche all'Università di Torino; ha conseguito un master di secondo livello in Scienze strategiche all'Università di Trieste, una laurea in Scienze diplomatiche internazionali allo stesso ateneo, un master di specializzazione in Studi europei all'Istituto per gli Studi europei "Alcide De Gasperi", un master in Peacekeeping Studies all'Università Roma Tre e un diploma di perfezionamento scientifico in "Organizzazione della cooperazione e dell'integrazione europea".

E' stato comandante di Battaglione Sam "Hawk" del Reggimento "Peschiera" (Cremona) e poi capo sezione di Stato Maggiore presso l'Ufficio generale del capo di Stato maggiore dell'Esercito. Come direttore di divisione presso il Sismi ha sviluppato numerose attività in supporto alle Forze armate italiane in Afghanistan, Iraq, Bosnia Erzegovina, Kosovo e Libano. E' stato comandante della Brigata Rista Ew e consigliere militare del Rappresentante speciale del segretario generale delle Nazioni Unite. Ha ricoperto gli incarichi di vice capo VI Reparto C4istar dello Stato maggiore della Difesa e di capo del II Reparto informazioni e sicurezza dello Stato maggiore della Difesa. Poi nel 2014 l'arrivo all'Aise come vice direttore vicario. Numerose le onorificenze ricevute.

"Caravelli  - dice il sindaco di Lanciano e presidnete della Provincia di Chieti, Mario Pupillo - ama Lanciano ed è amico di tanti lancianesi, è un abruzzese con un curriculum straordinario e con un’esperienza nei teatri di guerra che gli hanno permesso di raggiungere una conoscenza fondamentale per ricoprire un ruolo così importante e delicato".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 984

Condividi l'Articolo