Lanciano. Riapre il 30 settembre il centro sportivo 'Le Gemelle'
GUARDA LE FOTO

Si chiamerà Sport Center "Le Gemelle" e tornerà operativo dal prossimo 30 settembre, con tutte le attività agonistiche in acqua e nel fitness.

Alla guida dello Sport Center, che si trova in via D'Annunzio a Lanciano (Ch), c’è una nuova società sportiva, amministrata da Umberto Pasquini e Franco D’Intino (nella foto), entrambi di Lanciano ed entrambi appassionati di sport, da sempre.

Pasquini è il responsabile operativo della struttura fin dal 2010, per la quale si è sempre occupato dell’aspetto tecnico sportivo. E' appassionato di triathlon ed è presidente dell’associazione Veloclub di Lanciano. D’Intino ha lavorato negli anni come manager per AirOne, Manpower e come amministratore delegato di In Opera. La decisione dei due di restituire vita ad uno dei centri sportivi più conosciuti della città, nasce dalla voglia di dare continuità a quella passione che animava i tanti ragazzi che in quel centro sportivo passavano ore e ore ad allenarsi, e che hanno dovuto abbandonare improvvisamente.

"Riaprire lo Sport Center - viene spiegato in una nota - significa non solo restituire un bene alla comunità, ma anche recuperare un posto di lavoro per gli ex collaboratori. Al momento sono stati già riassorbiti oltre 30 dei 40 ex lavoratori e l'intenzione della nuova azienda è di mantenere la più ampia disponibilità per reintegrare ogni figura necessaria a completare il nuovo organico".

In riferimento alla questione degli abbonamenti, la nuova direzione "ha deciso di permettere il recupero totale dei mesi inutilizzati a tutti gli utenti regolarmente iscritti nella scorsa stagione. Al momento della sottoscrizione del nuovo abbonamento verranno aggiunte le mensilità non sfruttate precedente. Una misura non dovuta ma necessaria".

Per tutte le informazioni è già attivo, dalle ore 16 alle 20, il numero verde 800 135 441. Inoltre da lunedì 23 settembre, dalle ore 9 alle 12, saranno aperti gli uffici di segreteria.

I lavori di ristrutturazione sono iniziati da settimane e proseguono a pieno ritmo per rimettere in sesto un edificio che era stato lasciato all’abbandono per diversi mesi, all’interno così come all’esterno. A questa prima fase di lavori, necessari per avviare riapertura al pubblico, si affianca un progetto più ambizioso, che prevede di dare vita ad una vera e propria "cittadella dello sport" affiliata al Coni. Tra le opere progettate ci sono un secondo piano dello stabile, una terza piscina all’aperto, un ristorante e un’area esterna dove ospitare eventi sportivi e di spettacolo e diversi campi da padel, lo sport che unisce tennis e squash in un'unica disciplina e che sta appassionando sempre di più.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1979

Condividi l'Articolo