I palloncini colorati, le risate e le voci dei bambini hanno creato un'atmosfera di festa alla quale non si assisteva da mesi.

Teatro di questa speciale giornata è stata l'area Fiera di Lanciano (Ch), allestita per ospitare la finalissima della prima edizione del concorso "C'era una volta l'acqua" indetto dalla Sasi, società che gestisce il servizio idrico in 87 Comuni, e rivolto ai bambini della primaria.

Il presidente Gianfranco Basterebbe, che insieme al Cda ha fortemente voluto questo progetto, ha sottolineato anche nel corso della cerimonia di premiazione, l'importanza di sensibilizzare e avvicinare i più piccoli all'uso corretto di un bene prezioso come l'acqua, non senza ringraziare le maestre, i dirigenti scolastici, i dipendenti e i collaboratori della Sasi, nonché la giuria che ha esaminato i lavori. Tutti quelli che hanno permesso che un'idea accarezzata con entusiasmo e determinazione diventasse realtà, nonostante il complicato periodo e le chiusure della scuola.

"Questi mesi drammatici ci hanno ricordato che niente è scontato, che tutto può cambiare da un momento all'altro e che la mano dell'uomo deve costruire e non distruggere, l'acqua è un bene vitale ma non è illimitato, per questo abbiamo voluto coinvolgere i più piccoli per provare a dare il via a un percorso di conoscenza e consapevolezza. Pensate a quei bambini che vivono in zone dove l'acqua non c'è, dove bisogna percorrere chilometri per averne un po'", ha ricordato il presidente rivolgendosi all'inedita platea. La manifestazione si è aperta con la proiezione di un video con tutti gli elaborati grafici arrivati sul tavolo della commissione presieduta dallo scrittore Remo Rapino, vincitore del 58esimo premio Campiello e che ha tenuto a ribadire il ruolo fondamentale della scuola nella formazione e nell'educazione delle nuove generazioni.

"Avete vinto tutti, per il vostro impegno, la partecipazione e la bellezza e l'originalità dei lavori presentati, continuate a incuriosirvi, a leggere, a studiare e a guardare il mondo che vi circonda con la spontaneità e lo stupore di bambino", ha detto tra l'altro Rapino ai piccoli. Assente giustificato il docente universitario Gianni Oliva, chiamato alla seconda dose del vaccino. Ludovica Di Renzo, dipendente Sasi e terzo componente della commissione ha lavorato fin dall'inizio a questo progetto, con la convinzione dell'efficacia di un percorso di questo tipo. Sono stati premiati prima i racconti, riservati alle quarte e quinte, e ad aggiudicarsi il primo gradino del podio, la primaria Collemici di Paglieta (Ch), con il racconto “S.O.S. Acqua, sprecare o salvare?" Soddisfazione da parte della dirigente, Lara Di Luigi, e ad applaudire pure il sindaco di Paglieta Ernesto Garziani. 

Ai vincitori una lavagna Lim del valore di 1.500 euro e 1.000 euro all'istituto di cui fa parte la classe che ha vinto. Secondo premio 500 euro in cancelleria è andato alla V A della primaria di Arielli (Ch) con il racconto “C'era una volta l'acqua e lo spreco”; il terzo premio del valore di 300 euro sempre in cancelleria alla IV A dell'istituto comprensivo “Spataro” di Vasto con il componimento “La Dea dell'acqua Cler”; quarto premio di 250 euro in cancelleria alla primaria di San Vito Marina per il lavoro dal titolo“Acqua dolce”, e infine il quinto premio, di 200 euro, è stato consegnato alle classi IV A e V B di Orsogna (Ch) per il componimento “Una goccia d'acqua salva il mondo”.

Le prime tre classi della primaria si sono cimentati, con risultati sorprendenti, con disegni ed elaborati grafici. Lavori che hanno colpito la commissione per la fantasia, l'originalità, la creatività .

A fare la parte dei leoni sono stati gli alunni di Atessa (Ch). La I A e la I B della scuola “Rione Santa Maria” si sono aggiudicate il primo e secondo premio, soddisfatta ed emozionata la maestra Anna Maria Cicladi. Il terzo premio è andato alla I C degli "Eroi Ottobrini" di Lanciano; il quarto premio alle classi II A e II B dell'istituto comprensivo di Orsogna (Ch). Il quinto premio ha visto ancora una volta Atessa con la prima classe di Piana La Fara.

Ci sono state anche due menzioni speciali: una alla classe IV A di Pollutri (Ch) per un filmato “L''acqua perduta” e l'altra alla I A della scuola Olmo di Riccio di Lanciano con un “Video-poesia”.

Alla cerimonia sono stati presenti alcuni amministratori: oltre al sindaco di Paglieta, il vice sindaco di Orsogna Andrea Marinucci, la consigliera del Comune di Vasto Roberta Nicoletti, l'assessore allo sport del Comune di Lanciano Davide Caporale. 10 giu. 2021

Servizio a cura di Massimiliano Brutti

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1095

Condividi l'Articolo