Lanciano. La Villa comunale... ritrovata. Domani riapertura al pubblico
GUARDA LE FOTO

Laghetto con cigni e pesci in acque cristalline dopo che erano diventate un pantano melmoso e con spazzatura. E poi risistemazione dell'intera area verde.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Riapre domani la villa comunale di Lanciano (Ch) che è stata chiusa lo scorso 7 novembre perché al centro di numerosi e reiterati atti vandalici, tanto da costringere l’amministrazione comunale alla chiusura per la sua riqualificazione. E' luogo storicamente frequentato da grandi e piccini e che non poteva più versare in condizioni di degrado.

"Gli interventi sono stati molteplici - spiegano gli assessori Tonia Paolucci e Paolo Bomba, rispettivamente con deleghe al Decoro urbano, alla Sicurezza e ai Lavori pubblici  -: dalla potatura di siepi e piccoli arbusti che erano diventati il ricettacolo di rifiuti gettati da coloro che non hanno dimostrato di avere senso civico e rispetto per il bene comune, per passare alla sistemazione della betonella lungo i vialetti interni. E' stato inoltre sostituito il marmo delle scale che erano completamente  rotte; c'è stata la pulizia dei laghetti dal pattume, e c'è stato il rifacimento delle panchine in legno per le quali è stato fatto un vero e proprio intervento di manutenzione straordinaria. Sono state riposizionate - continuano gli assessori  – nella speranza che non vegano più distrutte". “

Sono stati inoltre riposizionati e “rifissati” tutti i cestini per la raccolta dei rifiuti perché alcuni erano stati buttati nel laghetto. 

A breve - viene aggiunto - "verranno posizionate tre telecamere di videosorveglianza, con la speranza che la Villa comunale sia più sicura e con l’obbiettivo di scoraggiare i vandali".

"Ringraziamo - concludono gli assessori - gli operai comunali e gli operai della Ecolan Spa, per il lavoro fatto a regola d’arte in pochi giorni". 18 nov. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto ANDREA FRANCO COLACIOPPO

totale visualizzazioni: 945

Condividi l'Articolo