Lanciano. Entro settembre riaprirà il centro sportivo 'Le Gemelle'. 'Ecco i progetti...'

Il centro sportivo"Le Gemelle" riapre dopo le feste di settembre, lasciandosi alle spalle sei mesi di agonia, polemiche, contenziosi finanziari e cambio di società di concessione e gestione.

L’era del pescarese Vincenzo Serraiocco è un brutto ricordo, anche per il Comune che aveva persino adombrato la possibilità di rescindere per la concessione per inadempienza oltre ad aver deciso multe. "Le Gemelle" si riappropriano di nuove idee imprenditoriali, per un pronto rilancio, dopo il passaggio del concessionario Wellness nelle mani della società energetica Esa Sales Network srl di Chieti, presieduta da Walter Serpellini, che ha trovato una voragine di debiti valutati 2 milioni e 900 mila euro. 

“Le attività sono garantite - premette  Scarpellini. I lavori di manutenzione sono in corso. Stiamo inoltre mettendo in campo la procedura di risanamento e con i fornitori cerchiamo le migliori soluzioni per chiudere il problema crediti. Si potrebbe aprire già il 15 settembre”. Data ottimistica considerando i molteplici interventi in atto così la data di riapertura più realistica potrebbe essere 23 o 30 settembre. La nuova società di gestione è la "Sport Center le Gemelle", di Umberto Pasquini e Franco D’Intino.  “Per gli interventi di manutenzione - dice Pasquini- abbiamo già speso 70 mila euro. Stiamo procedendo alla sanificazione dell’intero complesso e delle vasche. Completamente rifatti gli spogliatoi, messi a posto sala fitness e l’area verde esterna, quindi saranno ritinteggiate le pareti interne ed esterne”. Già ripresi 30 istruttori privati ed altri 10 arriveranno.

“E’ importante dare alla clientela, specie ai bambini, la continuità istruttiva del passato – dice il direttore tecnico, Antonio Carbone - . Saranno recuperati gli abbonamenti che 2.300 iscritti non hanno utilizzato dalla chiusura di aprile. Le Gemelle si rilancia e lavora sodo per recuperare impegni e credibilità dopo un buio 2019. D’Intino aggiunge: "Vogliamo fare di questa struttura un vero centro sportivo Coni con altre federazioni affiliate. Abbiamo presentato un progetto per realizzare una terza piscina all’esterno, implementare sport come il padel tennis e beach volley. Realizzeremo poi un medical center e un ristorante al secondo piano. Sarà una vera cittadella sport capace di offrire nuove attività e servizi”.

All’esterno c’è anche un curato campo in erba di calcetto. Costato 3 milioni e 200 mila euro l’impianto, di 3 mila metri quadri, è sorto sull’ex campo di baseball. E’ stato inaugurato il 26 settembre 2010 col primato di due piscine regolamentari gemelle al coperto lunghe 25 metri e larghe 16, a otto corsie e altezze variabili per agonismo e riabilitazione.  Modernità e tecnologia che si rinnovano.

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4355

Condividi l'Articolo