Lanciano. Dissesto e voragine su corso Trento e Trieste: strada chiusa per installazione sensori

A Lanciano (Ch) il tratto di corso Trento e Trieste aperto al traffico sarà chiuso al transito delle auto dalla mezzanotte di mercoledì 6 novembre alla mezzanotte di venerdì 8 novembre.

Il divieto di circolazione veicolare di 48 ore è stato disposto con ordinanza per consentire i lavori di scavo che saranno eseguiti trasversalmente sul corso all'altezza dei civici 11 e 13.  Gli interventi sono necessari per l'installazione di inclinometri e assestimetri per il monitoraggio continuo h24 dell'area interessata nell'agosto 2018 da cedimenti del sottosuolo, con parte di una rivendita di abbigliamento che è sprofondata.

Gli scavi, un metro di profondità per un metro di larghezza per tutta la lunghezza del tratto che va da un marciapiede all'altro, saranno realizzati dal settore Lavori pubblici. Gli strumenti saranno invece forniti e installati dalla Sisgeo, la stessa azienda di monitoraggio geotecnico e strutturale che ha fornito e installato i sensori sugli immobili nei pressi della zona interessata. 

"Gli strumenti che verranno installati - sottolinea l'assessore ai Lavori pubblici, Giacinto Verna - comunicheranno ininterrottamente, attraverso un software dedicato, i risultati del monitoraggio dell'area, che andrà avanti per il tempo necessario ad avere dei dati tecnico-scientifici utili ad individuare le migliori soluzioni progettuali possibili: ci scusiamo per i disagi che potrebbero verificarsi per questi lavori, utili e fondamentali per la sicurezza cittadina".

Per quanto riguarda la viabilità, nelle 48 ore di divieto di transito, il traffico (vedi foto) da piazza Plebiscito verrà deviato in via Tesauri; quello da Salita delle Poste verso via Duca degli Abruzzi. Al termine dei lavori la viabilità riprenderà come da attuale regolamentazione. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3044

Condividi l'Articolo