La cucina abruzzese a Sanremo con lo chef Adriano D'Ovidio
GUARDA LE FOTO

Manicaretti frentani alla ribalta. Torna a Sanremo, in occasione del prossimo Festival della canzone italiana, che si terrà dal 5 al 9 febbraio prossimi, lo chef Adriano D'Ovidio (nelle foto), che vive a Castel Frentano e titolare, a Lanciano, del ristorante albergo “La Furnacelle”. “Anche quest'anno – dice – sarò tra i fornelli, a preparare piatti tipici dell'Abruzzo, con i prodotti d'eccellenza della nostra terra. Opererò – aggiunge - all'interno di Casa Sanremo, il cui referente per l'Abruzzo è Danilo Daita. Ci saranno serate di gala con cene e degustazioni e, dunque, manicaretti realizzati con prodotti messi a disposizione da alcune aziende”. Come l'azienda agricola di Giovina Tucci, di Lanciano, che fornisce ghiottonerie sott'olio e pomodori e Lobosco di Castel Frentano che dà i propri bocconotti. D'Ovidio, chef onorario di Sanremo, primo chef del Cram (Consiglio regionale abruzzesi nel mondo) in occasione di manifestazioni all'estero, docente di cucina negli Emirati Arabi Uniti, si dice ben felice di quest'esperienza nella riviera dei fiori. “E' il modo – aggiunge – di promuovere la nostra regione, presentandola, con diversi accattivanti piatti, in una vetrina variegata e internazionale”. Via, dunque, con pallotte cacio e uova, chitarrina all'abruzzese, pizza e fuje e dolciumi. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3700

Condividi l'Articolo