Crollo ponte Guastacconcio. Graziani chiede al ministro un cavalcavia provvisorio. E il 28 febbraio tutti convocati

Era  annunciata la fine del ponte Guastacconcio, ubicato sulla strada provinciale 97, nel territorio di Paglieta (Ch).

Era in agonia da troppi anni il cavalcavia; e ora, all’indomani dal suo crollo avvenuto la scorsa domenica alle 9.20, il sindaco di Paglieta, Ernesto Graziani, insieme a tutta l’amministrazione comunale è impegnato a trovare soluzioni immediate. Già la precedente chiusura della struttura aveva generato conseguenze tragiche per le attività commerciali e agricole, con riduzione degli affari del 50 per cento. Ora la situazione può solo peggiorare e quindi "bisogna salvare il salvabile"

Il cavalcavia rappresentava uno dei tre punti di collegamento principali dell’intera area industriale della Val di Sangro, area che ospita aziende di importanza strategica per l’economia nazionale e dove trovano occupazione circa 25 mila lavoratori. Da aggiungere che nella zona operano numerose aziende agricole i cui addetti, in seguito al crollo del ponte, hanno grandi difficoltà a raggiungere gli appezzamenti di terreno per svolgere le attività di routine. Il primo cittadino di Paglieta, per vedere risollevate le sorti della sua gente, ora in  difficoltà, si è appellato al ministro della Difesa, Lorenzo Guerini. Al quale Graziani, scrive: "La situazione che si è venuta a creare è di estrema gravità; per tale ragione riteniamo che si debba intervenire con provvedimenti estremamente urgenti e di tipo emergenziale, procedendo, quindi, ad una ricostruzione “lampo” del ponte crollato, seguendo eventualmente l’esempio del ponte Morandi di Genova. Nel frattempo siamo a chiedere l’intervento del ministero della Difesa il quale, attraverso l’esercito, ed in particolare del Genio Pontieri, provveda alla realizzazione nel più breve tempo possibile di un ponte mobile provvisorio per ripristinare il collegamento di questo importante snodo viario".

Intanto il sindaco ha convocato un incontro, per vedere il da farsi, al quale sono stati invitati parlamentari, consigliere e assessori, regionali e provinciali, ma anche gli operatori economici. Esso si terrà il 28 febbraio, al Teatro comunale di Paglieta. Graziani si è anche  attivato, con la Regione Abruzzo, per il riconoscimento dello stato di emergenza, per ottenere i ristori economici. 16 feb. 2022

Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1105

Condividi l'Articolo