In Via Adriatica, a Frisa (Ch), i vecchi giardini pubblici hanno lasciato spazio ad un ecoparco. 

"E' uno spazio concepito per ospitare sistemi di ultima generazione per l’incremento della raccolta differenziata o per l’erogazione di acqua microfiltrata e detersivo biologico, ma è anche un’area urbana restituita ai cittadini in un’ottica di ri-democratizzazione degli spazi dove i servizi offerti alla comunità si uniscono anche al benessere, al relax, all’interazione sociale", dice il sindaco Nicola Labbrozzi. Il principio alla base del progetto dell’amministrazione comunale e di EcoLan Spa, promotori del progetto, è quello di "una città a misura d’uomo, con servizi gratuiti, facilmente fruibili da tutti e raggiungibili anche a piedi".

Al taglio del nastro hanno partecipato amministratori pubblici, associazioni e cittadini. Interviste al sindaco; a Massimo Ranieri, presidente della Ecolan; a Gabriele Di Pietro, direttore tecnico Ecolan; all'assessore regionale con delega ai rifiuti, Nicola Campitelli; a Ernesto Graziani, presidente del Consiglio direttivo dell’Agir e sindaco di Paglieta; a Mario Pupillo, presidente Provincia Chieti. 13 lug. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

Servizio a cura di Massimiliano Brutti e Serena Giannico

totale visualizzazioni: 1072

Condividi l'Articolo