Fossacesia, Vasto e San Salvo: qui spiagge attrezzate per disabili
GUARDA LE FOTO

I mesi difficili e complicati legati all'emergenza Covid-19, sembrano lontani e se non fosse per le mascherine e per le continue sanificazioni sembrerebbero addirittura solo un ricordo spiacevole tanto è l'energia e la vitalità che si respirano negli angoli di spiaggia riservati ai disabili.

Un progetto che il Consorzio Sgs, con sede a Lanciano (Ch), sta portando avanti in collaborazione con alcune amministrazioni comunali. A Fossacesia la prima inaugurazione, nel luglio 2017, di “Una spiaggia per tutti”, come si legge nel cartello che indica la peculiarità di quel tratto d'arenile e, qui, insieme agli ospiti con problemi, l'anno scorso c'erano anche giovani e bambini in un clima di condivisione e allegria. Ora i piccoli non ci sono,ma i sorrisi sì.

“Veniamo da Roma – ci dicono una vivace signora con cappello e un uomo dall'aria sorniona – e da alcuni anni siamo ospiti fissi e affezionati di questo luogo. Le operatrici sono gentili e preparate e il posto è davvero bello”. A coordinare questo spazio c'è l'infaticabile Rita Frutti, operatrice del Consorzio, che organizza, inventa momenti di svago e controlla. Per il sindaco, Enrico Di Giuseppantonio,  “una spiaggia che non esclude nessuno, è un grande risultato”.

Convinta dell'efficacia di questo progetto è anche l'assessore alle Politiche sociali del Comune di Vasto, Lina Marchesani, che da sempre riserva una speciale attenzione ai più deboli e vulnerabili. E al “Lido Insieme” l'atmosfera è rilassata e divertita e c'è chi sceglie anche un bagno ristoratore utilizzando una delle job a disposizione. “Qui si svolgono attività ricreative, si può fare il bagno, tutto in assoluta sicurezza rispettando le norme imposte dal coronavirus”, spiega la coordinatrice Luisa Palucci.

Ultimo appuntamento è a San Salvo, con “Una spiaggia senza barriere”. “Vengo in famiglia, accompagno soprattutto mio padre che ha problemi motori – dice la signora Elvira, di Tivoli –; veniamo già da qualche anno e abbiamo imparato a conoscerci, stiamo bene insieme con le operatrici, professioniste straordinarie per preparazione e umanità e con gli altri ospiti tanto che ci sentiamo anche durante l'anno in un gruppo whatsapp. Come una famiglia allargata...”. Parole che testimoniano il lavoro delle operatrici Marisa Muccilli e Martina Cinalli. Tiziana Magnacca, sindaco di San Salvo,  ribadisce la validità di questo percorso di inclusione e sottolinea come l'amministrazione comunale abbia a cuore tutti i cittadini.

"I mesi di lockdown sono stati pesanti per tutti. E ora poter usufruire di angoli di spiaggia attrezzata è per tutti davvero un regalo che non speravano di ricevere – sottolinea Maria Di Camillo, responsabile dell'area sociale del Consorzio – . Si tratta di un progetto che fin dall'inizio ha riscosso larghi consensi. Chi vive una condizione di difficoltà è costretto ogni giorno ad affrontare una serie di ostacoli, dalle barriere architettoniche alla scarsa sensibilità e poter godere di una spiaggia accessibile, comoda, confortevole e soprattutto sicura non è da poco". 

@RIPRODUZIONE VIETATA

 

totale visualizzazioni: 855

Condividi l'Articolo