Coronavirus. Viaggiatori in libertà: scattano controlli e sanzioni

Sono 49 i viaggiatori in partenza e 53 in arrivo nelle stazioni le persone sanzionate ieri in Italia in seguito al Dpcm quale misura per contrastare la pandemia da Coronavirus. Su un totale di 8.424 viaggiatori in partenza sono stati controllati sui treni dagli agenti della Polfer nella giornata di ieri, di questi 8.375 viaggiavano con giustificato motivo, gli altri 49 sanzionati. In arrivo controllat 6.848 viaggiatori nelle stazioni, 6.795 avevano un giustificato motivo, le restanti 53 sanzionate.

La regione con il più alto tasso di controlli di passeggeri in partenza è il Lazio con 2.682 controllati di cui 2.678 trovati con giustificato motivo, mentre sono stati sanzionati 4 passeggeri. A seguire c'è la Lombardia con 1.488 passeggeri controllati, di cui 1.477 trovati con giustificato motivo mentre 11 sono i passeggeri sanzionati. Terza regione la Toscana con 940 passeggeri controllati, di cui 932 avevano un giustificato motivo mentre 8 sono stati sanzionati. Quarta regione la Campania dove sono stati controllati 664 passeggeri dei quali 660 trovati con giustificato motivo, mentre 4 sono stati sanzionati. Quinta la Liguria con 552 passeggeri controllati, ed una solo sanzionato. Al sesto posto la città di Verona con 494 passeggeri controllati, di cui 491 con giustificato motivo e 3 sanzionati. Di seguito la Sicilia con 350 passeggeri controllati, ed un solo sanzionato. All'ottavo posto l'Emilia Romagna con 274 passeggeri controllati, di cui 267 con giustificato motivo e 7 sanzionati. Seguita dal Veneto con 183 passeggeri controllati e 2 sanzionati e dal Friuli Venezia Giulia, con 134 passeggeri controllati e 1 sanzionato, Marche Umbria e Abruzzo con 121 passeggeri controllati e un sanzionato. Ed in chiusura la Puglia con 87 passeggeri controllati e 2 sanzionati e la Sardegna con 11 passeggeri controllati e nessuno sanzionato.

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 347

Condividi l'Articolo