Coronavirus. San Vito, per le feste niente passeggiate sul molo. Lungomare blindato
GUARDA LE FOTO

In una Italia totalmente in rosso passeggiate interdette sul porto e le spiagge di San Vito Marina (Chieti) da oggi al giorno di Pasquetta.

L’ordinanza è stata firmata dal sindaco Emiliano Bozzelli che ha disposto la chiusura, con conseguente divieto pedonale, all’area del molo turistico del Lungomare di Gualdo nei giorni 3, 4 e 5 aprile. "Si tratta – spiega il primo cittadino - di una misura per la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid che ha l’intento di evitare assembramenti; dunque niente passeggiate sul molo fino a lunedì". Poi da martedì San Vito torna in zona arancione dopo aver concluso le restrizioni da zona rossa, per l’incremento dei casi contagio da Covid.

Il divieto di passeggiare sul molo ha avuto il suo primo compimento ieri, allorquando sono state apposte le transenne all’inizio del porto, a pochi metri dall’area che ospita il monumento ai Caduti del Mare. Dunque, da stamani stop a fare lo struscio sul porticciolo. "Invito tutti ad essere rispettosi dell’ordinanza e responsabili in modo personale e individuale – dice il comandante della polizia locale, Luigi D’Addario. Con la restrizione in atto è necessario che la cittadinanza collabori fattivamente, in particolare chi torna a San Vito con la deroga delle seconde case".

La vigilanza è subito partita e già da stamani le prime pattuglie erano impegnate a verificare il rispetto delle disposizioni, sia nazionali che locali. "La vigilanza - avverte il comandante D’ Addario – sarà alternata attraverso controlli effettuati anche da carabinieri, polizia e Guardia costiera. Neppure in spiaggia si potrà passeggiare. Va ricordato che le passeggiate sono consentito esclusivamente nei pressi delle proprie abitazioni e comunque si può uscire solo per i tre comprovati motivi che tutti ormai conoscono; salute, lavoro e per la necessaria spesa. In ogni caso bisogna rispettare il distanziamento sociale, evitare assembramenti e indossare la mascherina". 

Diversamente saranno dolori con le previste multe, anche per chi andrà in giro sulla ciclopedonale Via Verde, che comunque resta ancora un cantiere, dove casomai è possibile solo svolgere esclusivamente attività sportiva e non gironzolare allegramente, ovvero il passeggio con ammucchiate. E non è detto che le previsioni meteorologiche, fino a Lunedì dell’Angelo, possano contribuire ulteriormente a scoraggiare i più ad uscire di casa. 03 apr. 2021

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA   

totale visualizzazioni: 1376

Condividi l'Articolo