Coronavirus. Fossacesia. Si laurea in solitudine in Infermieristica

E' diventata dottoressa in Infermieristica, il 12 Marzo, nell’Università degli studi di Tor Vergata a Roma. E come per molti studenti che si sono e si dovranno laureare ai tempi del Coronavirus, tutto è avvenuto nel rispetto dei parametri previsti dalle norme di sicurezza Covid-19.

Marianna De Simone, 22enne, di Fossacesia (Ch), in un’atmosfera surreale, ha discusso la tesi "La comunicazione e l'interazione dell'infermiere nel progetto riabiltativo per la persona tracheostomizzata". Per garantire la sicurezza, la seduta di laurea si è svolta a porte chiuse, quindi senza parenti, familiari e amici, pochi laureandi per volta e ben distanziati... il personale era presente con le mascherine. Vietato festeggiare, abbracciarsi e darsi la mano. Quindi, per Marianna non c’è stata nemmeno la possibilità di posizionare sulla sua testa l’attesa e meritata coroncina d’alloro, rimasta a Fossacesia. 

“Da una parte mia sono felice - dice la neo dottoressa- ma dall'altra sono anche un po' rammaricata per come è andata. Sono felice di aver concluso questo percorso formativo durato tre anni e sono fiera ed orgogliosa di essere diventata un'infermiera, una professione che fino l'altro ieri veniva ancora derisa o denigrata, ma oggi più che mai tutti quanti hanno iniziato a capire quanto amore, passione e coraggio noi infermieri mettiamo nel nostro lavoro. Dall’altra parte sono un po' triste perché comunque non ho avuto la possibilità di poter festeggiare il giorno più bello della mia carriera con tutta la mia famiglia ed i miei amici. Mi è mancato l'affetto, sentire quel calore che solo i genitori che sono fieri della propria figlia riescono a trasmettere perché so quanto è stato difficile per loro in questi tre anni riuscire a mantenermi nella capitale per poter vedere realizzati i miei progetti. Mi è mancato il momento tanto atteso nell'indossare la corona”. 

I festeggiamenti per Marianna, per mamma Carmela, papà Luigi, i fratelli Pierino e Daniele, nonna Maria, e tutti i suoi cari, sono per il momento rinviati. "Appena si calmeranno le acque - conclude - anche l'Università metterà a disposizione una giornata per noi laureandi dove ripercorreranno il momento della proclamazione e del giuramento”.

Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 5683

Condividi l'Articolo