Atessa. Coronavirus. 'Ecco come il Comune ha messo in sicurezza le scuole'

Lavori, traslochi e modifiche nelle scuole cittadine in vista del riavvio delle lezioni ai tempi del Covid 19.

Il Comune di Atessa, in collaborazione con l’Istituto omnicomprensivo Ciampoli-Spaventa, in base alle disposizioni impartite dal ministero dell’Istruzione a seguito dell’emergenza sanitaria in corso, ha attuato una serie di interventi con una spesa, finanziata dallo Stato, di 70.000 euro. Il finanziamento è stato utilizzato in parte per opere edili, in parte per l’acquisto di nuove finestre (32, scorrevoli che sostituiscono quelle ad anta) per la media situata in via Ciampoli ed in parte per l’acquisto di 138 banchi singoli già disponibili, a cui se ne aggiungeranno altri 165 banchi, che verranno forniti dal ministero direttamente all’Istituto omnicomprensivo.

"E’ stato necessario - spiega l'assessore all'Istruzione, Giulia Orsini - anche il trasporto e il trasloco di molti degli arredi presenti nelle scuole, oltre allo spostamento della scuola dell’infanzia Fonte Cicero nella scuola in via Cinalli a causa dei lavori di adeguamento sismico che dovranno essere eseguiti".

Ecco quindi tramezzi demoliti per creare aule di maggiori dimensioni per il distanziamento, tinteggiatura, rifacimenti parziali di tetto, modifica bagni, installazione giochi per i più piccoli. Gli interventi hanno riguardato la media Ciampoli, la scuola del rione Santa Maria (Ianico), quella in via Cinalli, di San Luca, Piazzano e Monte Marcone.

"Come tutti sappiamo – sottolinea l’amministrazione comunale in una nota - questo è un anno particolare, e lo è in particolare per la ripresa delle lezioni. Abbiamo fatto il possibile, d’intesa con il ministero e la Regione Abruzzo, per garantire che il nuovo anno scolastico cominci in sicurezza per gli alunni, per il personale docente e non e per le famiglie. Confidiamo nella massima comprensione e collaborazione da parte di tutti per rendere efficaci queste misure e per supplire a eventuali mancanze o insufficienze che dovessero manifestarsi".

“Ci siamo – dice il sindaco Giulio Borrelli -. Le scuole riaprono. Un caro saluto ad alunni, alunne, insegnanti, personale non docente e genitori. Facciamo in modo che, nel rispetto delle misure sanitarie, sia un anno di studio e formazione sereno e fruttuoso. Buon anno scolastico!”

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 922

Condividi l'Articolo