No rincari pedaggi, sì alla sicurezza: sit-in dei sindaci di Abruzzo e Lazio ai caselli di A24/A25
GUARDA LE FOTO

Protesta ai caselli autostradali dell'A24 e A25, oggi, per numerosi sindaci di Abruzzo e Lazio, ai quali si sono uniti anche alcuni parlamentari.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

"Da oltre quattro anni, - dice il primo cittadino del borgo di Cocullo (Aq), Sandro Chiocchio - più di cento sindaci e amministratori di Lazio e Abruzzo, combattono insieme per dire no al caro pedaggi e sì alla sicurezza. Siamo un bell'esempio di unione, tenacia e insieme continueremo fino all'obiettivo perché ciò che ci unisce è l'amore per i cittadini e i territori che rappresentiamo!"

Questa mattina presidi ai caselli di Tivoli, Castel Madama, Vicovaro Mandela, Carsoli, Magliano dei Marsi, Avezzano, Celano, Pescina, Cocullo, Sulmona-Pratola Peligna, Colledara-San Gabriele e Tornimparte, "per manifestare - riprende Chiocchio - contro l'aumento dei pedaggi autostradali, che dal primo luglio potrebbe essere di circa il 35%, e per sollecitare gli attesi e urgenti interventi di messa in sicurezza delle due tratte viarie". 19 feb. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 767

Condividi l'Articolo