GUARDA LE FOTO
Pescara - Abruzzo campione di export: sono infatti circa 3.400 le imprese che esportano. "Da una parte - spiega Agostino Ballone, presidente di Confindustria Abruzzo - ci sono le grandi imprese che si muovono in totale autonomia e conquistano i mercati esteri, riuscendo ad essere particolarmente incisive. E, infatti, il dato dell'export è in crescita e in termini assoluti abbiamo incrementi che vanno dal 5,21 per cento nel primo semestre 2016. Mentre, rispetto al 2015, registriamo addirittura un +12 per cento. Questi dati - osserva - sono assolutamente interessanti e vanno nella direzione dell'incremento sempre più accentuato della ricerca di mercati esteri". Ballone poi sottolinea la situazione delle piccole e medie imprese abruzzesi che, invece, "fanno fatica a posizionarsi sui mercati esteri". Queste imprese, secondo il presidente di Confindustria Abruzzo, "hanno necessità di supporti adeguati. Bisognerebbe fare rete, mettere insieme le forze delle singole imprese".

Per quanto riguarda i prodotti che 'tirano' di più sul mercato estero, il presidente degli industriali abruzzesi evidenzia "una consistente presenza dell'automotive che, naturalmente, fa la parte da leone in questo tipo di mercato. In Abruzzo - aggiunge - abbiamo eccellenze assolute in questo campo: c'è il gruppo Fiat e, quindi, ovviamente, fa pendere l'ago della bilancia nel settore delle esportazioni. Abbiamo poi un farmaceutico molto avanzato, anche questo molto proiettato sull'estero. Altro punto di forza - sostiene Ballone - è l'agroalimentare, che sta avendo delle ottime performance sui mercati internazionali". I principali Paesi partner per le esportazioni abruzzesi sono Germania, Francia, Regno Unito, Spagna, Polonia, Belgio e Ungheria. "Ci sono anche - sottolinea - i mercati extra europei come gli Stati Uniti e la Russia". Relativamente ai mercati emergenti, Ballone fa notare che la Cina rappresenta "un mercato enorme, al quale dover fare in qualche maniera riferimento sia per l'export sia per la terziarizzazione e la delocalizzazione che in qualche maniera stanno rientrando". 07 dicembre 2016


@RIPRODUZIONE VIETATA

Condividi l'Articolo

Articoli correlati