Abruzzolive.tv

In evidenza

Terremoto

VIDEO. Terremoto. Il ponte sul Sangro tra Lanciano e Atessa rimarra' chiuso per circa due mesi

Video non trovato

Resterà chiuso per almeno due mesi il ponte sul fiume Sangro, situato sulla provinciale che collega Lanciano ed Atessa (Ch). L'annuncio viene dato dal sindaco di Lanciano e presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo, che fa il punto della situazione in conferenza stampa. 
Il viadotto è stato transennato, da polizia e carabinieri, nella notte, a scopo precauzionale, su disposizione della Prefettura, in accordo con la Provincia, a seguito delle ultime forti scosse di terremoto registrate in Molise ma avvertite distintamente anche in Abruzzo. "La struttura è monitorata da un pezzo ed è sicura. Il ponte non mostra criticità - dice Pupillo - e quel disallineamento dei manicotti alla base dei piloni, denunciato a più livelli, non ne compromettere la stabilità. Costruito negli anni Sessanta, al ponte - fa presente - sono stati aggiunti i manicotti ad ulteriore sostegno dei pilastri, solo successivamente, negli anni '80. Questi, non hanno mai aderito perfettamente ai piloni ma sono sempre stati disallineati a seguito della iniziale colata di cemento". Tutto sotto controllo quindi... "Ma a questo punto attueremo sondaggi e approfondite verifiche e ci vorranno settimane". Stamattina c'è stato un sopralluogo sotto il ponte di autorità, forze dell'ordine e tecnici. 

La chiusura del viadotto è scattata a seguito di controlli visivi e fotografici effettuati dal comando provinciale dei carabinieri, anche su preoccupazioni manifestate dai cittadini e ambientalisti. I militari ieri sera hanno rimesso un rapporto a Prefettura e Provincia che, dopo il sisma, a notte fonda, hanno deciso di bloccare la struttura. Una relazione è stata trasmessa anche alla Procura di Lanciano. Nel rapporto si esplicita l'apparente "sofferenza statica di due piloni del ponte, ma non venivano notate armature di metallo fuori dagli stessi pilastri e altre importanti criticità strutturali pertinenti la staticità del viadotto stesso". "Monitorare i ponti, attraverso supporti tecno-scientifici -  aggiunge Pupillo - è da sempre una precisa scelta strategica, non legata a emozioni o psicosi del momento". 
Per l'anno prossimo - annuncia Pupillo - "era già stato programmato un intervento sul ponte, al quale sono stati destinati circa 300 mila euro. Alla Regione ne avevamo chiesti 432mila". A breve, garantisce infine il presidente della Provincia, "partiranno i controlli su tutti gli altri ponti di competenza".
17 agosto 2018


@RIPRODUZIONE VIETATA

Numero visite 11152

Crollo viadotto Morandi a Genova. Rita Giancristofaro rientrata a Trieste

E' rientrata a Trieste nella notte Rita Giancristofaro, 41 anni, agente immobiliare di Lanciano (Ch), rimasta ferita nel crollo del ponte Morandi a Genova. Lo comunica la direzione generale dell'Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste (Asuits). Nel disastro la donna ha riportato gravi lesioni ed è stata ricoverata all'ospedale Galliera di Genova per settimane: qui è stata sottoposta anche a diversi interventi chirurgici. Originaria dell'Abruzzo e residente a Trieste, il 14 agosto Giancristofaro era in vacanza in Liguria ad Albissola Marina (Savona) e stava andando a visitare l’Aquario di Genova assieme al suo compagno, Federico Cerne, 34 anni, massofisioterapista dell’Alma pallacanestro Trieste, a sua volta rimasto ferito e ricoverato a Villa Scassi. La scorsa notte, verso l'1.30, la donna è giunta all'ospedale Cattinara di Trieste con l'eliambulanza del Servizio sanitario regionale. Attualmente è ricoverata nel Dipartimento ad Attività integrata di Chirurgia per proseguire le cure. Il compagno era rientrato in città un paio di giorni fa.  

"Rita sta molto meglio è uscita dalla prognosi riservata e ora cammina. Sta muovendo i primi passi dopo il lungo intervento ortopedico a cui è stata sottoposta. A Trieste farà la riabilitazione e finirà il percorso terapeutico. Ho sentito la madre Anna Maria Ciarelli, che le è accanto, e ci ha dato questa bella notizia. Un sospiro di sollievo per tutti": così, qualche giorno fa, il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo.
06 settembre 2018

@RIPRODUZIONE VIETATA

Numero visite 1665
Editrice "Cenere di rosa" P. Iva 02140060696 - Testata giornalistica registrata al Tribunale di Lanciano n. 183 del 23.10.2008
Abruzzolive.tv - Vico 2 Ravizza, n° 15 - 66034 Lanciano (Chieti)
Redazione studi televisivi - Contrada Severini, n° 2 - 66030 Treglio (Chieti)
Tel. e Fax 0872.716346 (Cell. 389.9632577) - Pubblicità 0872.716346
Direttore responsabile: Serena Giannico
Direttore editoriale, Responsabile marketing: Massimiliano dott. Brutti
All rights reserved - redazione@abruzzolive.tv