Abruzzolive.tv

In evidenza

Sorgenti del Pescara. Da fonti regionali a Forum H2O: 'No ad ambientalismo di comodo'

Lo scorso 30 ottobre il comitato Via (Valutazioni d’impatto ambientale) della Regione Abruzzo è stato chiamato a valutare l’istanza della Fassa Srl sulla variante di ripristino della vecchia cava di Popoli (Pe), operante dal 2002, e sul suo eventuale ampliamento. "Una realtà fondamentale per Popoli, perché rappresenta una delle principali attività economiche del territorio, che dà reddito a 300 famiglie da più di 20 anni, operante in totale sintonia e sostenibilità e integrata con la popolazione e l’altro fondamentale operatore economico che è rappresentato dalla Gran Guizza Spa, società del gruppo San Benedetto che imbottiglia acque minerali sfruttando le sorgenti del fiume Pescara", come è stato detto durante la riunione del comitato Via, anche dal sindaco di Popoli, Concezio Galli. Al di là "dell’idilliaca situazione descritta dal primo cittadino", l’istanza riguarda comunque un’attività che insiste nei pressi di un’importantissima area per l’approvvigionamento di acqua potabile e per l’imbottigliamento delle acque minerali. "Per questo - fanno sapere fonti regionali che vogliono restare anonime- abbiamo discusso a lungo ed approfonditamente per tentare, nel pieno e totale rispetto della normativa ambientale, di vedere se è possibile conciliare le attività antropiche, indispensabili per l’economia del territorio, con la salvaguardia del bene primario, rappresentata dall’acqua". Vista l’importanza e la delicatezza del progetto, il comitato Via - viene fatto presente - "aveva già richiesto alla ditta la 'predisposizione di un’approfondita relazione tecnica integrativa dello studio idrogeologico” per dimostrare la non interferenza della cava con la falda acquifera, anche per evitare che qualsiasi incidente possa generare la contaminazione dell’acqua".

Dopo aver ascoltato tutte le parti interessate e dopo un acceso confronto tecnico, durato l’intera giornata, il comitato Via, con giudizio  numero 2968 del 30/210/2018, - viene sottolineato ancora - "si è espresso favorevolmente alla variante di ripristino della cava esistente, mentre ha condizionato l’eventuale ampliamento della cava ad una verifica della salvaguardia del bene acqua da effettuarsi direttamente sul territorio, le cui modalità di esecuzione devono essere concordare con tutti i membri della Conferenza dei servizi ed i cui risultati devono essere sottoposti alla valutazione dello stesso comitato. Condizioni vincolanti ai fini dell’ampliamento della cava". Quindi non c'è stato l'ok all'allargamento della cava.

Alla luce di tutto quanto "sopra evidenziato - fanno notare fonti della Regione - stupisce alquanto leggere il comunicato stampa "La Regione Abruzzo tra l'acqua potabile e una mega cava sceglie la cava", diramato dal Forum H2O di Augusto De Sanctis, che parla, da quanto si evince dai virgolettati riportati sui giornali, di "approvazione di una cava da 2,5 milioni di metri cubi", di "attacco all’acqua", di "Regione refrattaria a qualsiasi azione per la tutela vera dell'acqua e per l'applicazione dei principi di prevenzione e precauzione" e che si conclude con la rassicurante promessa “Ovviamente continueremo a seguire l'iter del progetto ma è veramente sconsolante il quadro della situazione" ".
"Peccato - viene aggiunto - che De Sanctis, in passato abbia seguito per anni la situazione senza mai preoccuparsi della pericolosità della cava. Quando, infatti, era responsabile della riserva naturale Wwf a Popoli (2007-2013), con la cava da anni in esercizio, non si è mai preoccupato dell’incompatibilità della cava con le sorgenti dell’acqua e non ha mai identificato la cava come detrattore ambientale. Da una persona con tali e tante contraddizioni, non si accettano lezioni né tecniche né tantomeno morali!"
07 novembre 2018

@RIPRODUZIONE VIETATA

Numero visite 262

Commenti

Servizi correlati

VIDEO. 'DRITTO & ROVESCIO'. Lanci (Nuovo ...
Speciale VIDEO. Sulmona: da tutta l'Ital ...
'VIDEO. 'DRITTO & ROVESCIO'. Ranieri, Ec ...
Speciale VIDEO. Vasto. Tutti in marcia c ...
VIDEO speciale. Teramo, la marcia per l' ...
Tra Atessa e Lanciano, volontari ripulis ...
VIDEO. 'Nel 2017 in provincia di Chieti ...
VIDEO. Assergi. 'Giu' le mani dall'acqua ...
VIDEO integrale. 'La mafia del gas': dal ...
VIDEO. Cambia la Via (Valutazione impatt ...
VIDEO. Tg Ambiente
VIDEO. Lanciano, fiume di liquami con sa ...
VIDEO. Ambientalisti e agricoltori: prot ...
VIDEO. Vent'anni per la Riserva delle ca ...
VIDEO. Pescara, sversamento idrocarburi ...
VIDEO. Abbattimento cinghiali: arriva l' ...
VIDEO. Cinghiali, la carica dei sindaci. ...
VIDEO. Cinghiali, sindaco Tornareccio: ' ...
VIDEO. Cinghiali, la carica dei sindaci. ...
VIDEO. Cinghiali, la carica dei sindaci. ...
VIDEO. Discarica veleni a Bussi, riparti ...
La Regione fa sparire i fondi per i non ...
Fondi per i disabili scomparsi in Region ...
Cancellati i corsi di formazione profess ...
Emergenza rifiuti nel Pescarese, Di Dalm ...
Emergenza rifiuti nel Pescarese, Febbo p ...
L'Aquila, alla ricerca della casa perdut ...
Ma che citta' e' adesso L'Aquila? Parola ...
'L'Aquila ha bisogno d'aiuto', cosi' l'a ...
'Ricostruzione ferma, abbiamo il dovere ...
L'attore Alessandro Preziosi nuovo diret ...
Ricostruzione a rilento, la rabbia dell' ...
'Fondi per L'Aquila nel maxiemendamento ...
A L'Aquila sollevato palazzo di 2.200 to ...
'Restituzione tasse, L'Aquila e' stremat ...
Tra le macerie di Onna, due anni e mezzo ...
L'Aquila, riaperto il centro 'Smile'
Paganica, restaurato e riaperto il santu ...
'Lunga la ricostruzione di L'Aquila, ma ...
'Due anni e mezzo dopo, 600 famiglie anc ...

Articoli correlati

Bolognano. Sito di Piano d'Orta contamin ...
L'estate in Abruzzo. Divieti di balneazi ...
Sorgenti del Pescara: ok del comitato Vi ...
'Boschi riaperti al pascolo, con danni a ...
Rocca San Giovanni. Il Comitato Via bocc ...
'No alla mega cava da 2 milioni e mezzo ...
Atessa. Impianto di rifiuti infettivi Di ...
Pale eoliche da 14 tonnellate passano so ...
Alghe tossiche in mare a Rocca San Giova ...
Vasto. Domani si ricorda spiaggiamento c ...
Costa dei trabocchi. 'In alcuni punti il ...
Atessa. I sindaci all'assessore Pepe: 'C ...
Gasdotto Larino-Chieti: il ministro dell ...
Goletta Verde di Legambiente: acque cost ...
Inquinamento fiume Pescara: 14 indagati ...
Scossa di terremoto a L'Aquila
'Il Parco della Majella e il vizio di an ...
Atessa. 'In Abruzzo piu' traffici di rif ...
Atessa. Eco Eridania ci ripensa: 'Abband ...
Cambiamenti climatici. Cresce pericolo i ...
Elezioni Regione Abruzzo 2014. Quattro d ...
Elezioni Regione Abruzzo 2014. Quattro d ...
Elezioni Regione Abruzzo 2014. Quattro d ...
Elezioni Regione Abruzzo 2014. Quattro d ...
Elezioni Europee: i dati a Lanciano. Pd ...
Nasce la societa' trasporti unica region ...
Comune Lanciano, Marongiu: 'Dalla Regio ...
Bussi sul Tirino: 'Bonificare l'area dei ...
Megadiscariche Bussi e pesci al mercurio ...
Megadiscariche veleni Bussi: esposti For ...
Contaminazione acque Gran Sasso. 'Nessun ...
Lavori Fondovalle Sangro: alla De Sancti ...
Fiera di Lanciano: il Consiglio decide d ...
Pubblicato il bando regionale 'Giovani p ...
Scamorza d'Abruzzo e confetto di Sulmona ...
Vasto, il no del Consiglio alle centrali ...
'La favola di Marchionne è finita', Meli ...
Sindaco si barrica in ufficio postale pe ...
Lavoro, nove milioni di euro per l'impre ...
Editrice "Cenere di rosa" P. Iva 02140060696 - Testata giornalistica registrata al Tribunale di Lanciano n. 183 del 23.10.2008
Abruzzolive.tv - Vico 2 Ravizza, n° 15 - 66034 Lanciano (Chieti)
Redazione studi televisivi - Contrada Severini, n° 2 - 66030 Treglio (Chieti)
Tel. e Fax 0872.716346 (Cell. 389.9632577) - Pubblicità 0872.716346
Direttore responsabile: Serena Giannico
Direttore editoriale, Responsabile marketing: Massimiliano dott. Brutti
All rights reserved - redazione@abruzzolive.tv