Abruzzolive.tv

In evidenza

Lanciano, elettrodotto Villanova- Gissi. Il giudice a Terna: 'Quel verbale e' falso'

Lanciano (Ch) - Il giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Lanciano, Massimo Canosa, rigettata la richiesta di archiviazione, ha chiesto al pm di formulare il capo d'imputazione, per falso ideologico, a carico di Ferdinando De Luca, funzionario tecnico della società Terna. I fatti risalgono all'8 luglio 2015, quando i funzionari del colosso energetico Terna, in località Sant'Onofrio di Lanciano, hanno cercato di prendere possesso, tra vivaci proteste, dei  terreni agricoli appartenenti a Franca Colanero, per la realizzazione del contestatissimo elettrodotto Villanova-Gissi. “Giornata in cui accadde l'inverosimile – ricorda in una nota il perito Antonio Di Pasquale, impegnato da anni nella lotta all'elettrodotto -. Ci fu una  rumorosa e improvvisa confusione, con zuffa”. 
Da un lato i funzionari ed incaricati della società Terna nel tentativo di occupare i fondi della Colanero, e di "imporre così la costruzione sul territorio del famigerato impianto, come di fatto poi accaduto". Dall’altro la donna  "che difendeva a denti stretti la sua legittima proprietà con il sostegno dei cittadini arrivati da ogni dove,; e in mezzo le forze dell’ordine chiamate ad intervenire a garanzia del rispetto della legge e dell’ordine pubblico".

Paroloni, spintoni, caos, gente che tracolla nella campagna, compresa Franca Colanero, disperata. Alla fine si risolve con l'intervento degli agenti e l’interruzione dell’azione di immissione in possesso. “Nonostante ciò – rammenta Di Pasquale - verso la fine del 2015, sui terreni della signora Colanero, l’opera viene comunque improvvisamente ed inopinatamente realizzata. Così la proprietaria, a mezzo del proprio legale, Pietro Silvestri, nel dicembre 2015, avvia l’azione legale, presso il tribunale di Lanciano, per la reintegra nel possesso del terreno e chiede alla magistratura che a Terna – Rete Elettrica Nazionale Spa, sia ordinata "la immediata rimozione delle opere e di ogni altro ostacolo presente, la cessazione delle turbative e molestie e la restituzione del proprio bene usurpato".
Una prima istanza viene rigettata, ma segue il ricorso amministrativo. E, in questa circostanza, Terna Spa produce, a propria difesa, il verbale di regolare immissione in possesso dei terreni contesi, datato 8 luglio 2015. Verbale falso – come successivamente attestato dal procuratore di Lanciano, Francesco Menditto - redatto dall'imputato, cioè da De Luca. Falso perché asserisce la regolare esecuzione delle operazione di immissione in possesso e falso quando afferma che Franca Colanero non era presente sul posto. Per questo sono scattate denunce e querele. Ne è scaturito un procedimento penale, inizialmente istruito da Menditto, e, quando il magistrato ha lasciato la Procura di Lanciano per andare a guidare quella di Tivoli, gli atti sono passati ad un altro pm. Che ha chiesto l'archiviazione, non ravvisando estremi di reato. 

Ma il gip, con ordinanza del 16 maggio 2017, ha rigettato la richiesta di archiviazione precisando che "gli elementi del reato di falso appaiono senz’altro configurabili in ragione del fatto che nel verbale di immissione in possesso dell’8.7.2015 si dà atto dell’assenza di Colanero Franca e ciò contrariamente al vero, in quanto lo stesso De Luca (nel proprio interrogatorio) dichiara che all’inizio delle operazioni la Colanero aveva dichiarato la propria presenza. Rilevato che le giustificazioni rese dal de Luca (la mancata esibizione di un documento di identità) appaiono piuttosto deboli, sia perché eventualmente della circostanza ben poteva darsi atto nel verbale (nel quale affermare che era presente una persona che dichiarava di essere Colanero Franca ma non esibiva alcun documento per suffragare tale affermazione), sia perché la presenza della Colanero viene comunque riportata in altri verbali redatti dalla Terna Spa nello stesso giorno dell’8.7.2015, a dimostrazione del fatto che la Colanero era presente ed era conosciuta a chi procedeva alla verbalizzazione". Così il verbale galeotto ha inguaiato il funzionario Terna. 17 maggio 2017

Serena Giannico

Nella foto in alto una scena dell'8 luglio 2015, con la Colanero e De Luca. In basso uno dei tralicci dell'elettrodotto quando era ancora in costruzione. Cliccare su immagini per ingrandire
@RIPRODUZIONE VIETATA

Numero visite 3811

Commenti

Servizi correlati

VIDEO speciale. Teramo, la marcia per l' ...
Tra Atessa e Lanciano, volontari ripulis ...
VIDEO. 'Nel 2017 in provincia di Chieti ...
VIDEO. Assergi. 'Giu' le mani dall'acqua ...
VIDEO integrale. 'La mafia del gas': dal ...
VIDEO. Cambia la Via (Valutazione impatt ...
VIDEO. Tg Ambiente
VIDEO. Lanciano, fiume di liquami con sa ...
VIDEO. Ambientalisti e agricoltori: prot ...
VIDEO. Vent'anni per la Riserva delle ca ...
VIDEO. Pescara, sversamento idrocarburi ...
VIDEO. Abbattimento cinghiali: arriva l' ...
VIDEO. Cinghiali, la carica dei sindaci. ...
VIDEO. Cinghiali, sindaco Tornareccio: ' ...
VIDEO. Cinghiali, la carica dei sindaci. ...
VIDEO. Cinghiali, la carica dei sindaci. ...
VIDEO. Varianti A24-A25. Il primo dossie ...
VIDEO. No inceneritore in Val di Sangro: ...
VIDEO. Il 17 aprile? 'Noi diciamo si' al ...
VIDEO. No inceneritore in Val di Sangro: ...
VIDEO. No elettrodotto. Paglieta, Comune ...
Elettrodotto Villanova-Gissi. Lanciano, ...
VIDEO. Lanciano, furti d'auto a raffica: ...
VIDEO. Elettrodotto Villanova-Gissi, cit ...
VIDEO. Sansificio Vecere: la protesta si ...
VIDEO. Lanciano, elettrodotto: Consiglio ...
VIDEO. Elettrodotto Villanova - Gissi: e ...
VIDEO ESCLUSIVO. Elettrodotto Villanova- ...
VIDEO. Procura Lanciano: 'Violenze sessu ...
VIDEO. Elettrodotto Villanova - Gissi: ' ...

Articoli correlati

Gran Sasso, esperimento Sox. 'Le verita' ...
Regione Abruzzo. Nomine Comitato Via: ch ...
Esperimento radioattivo nel cuore del Gr ...
Ambientalisti: 'Bacini idrici d'Abruzzo ...
Il panda del Wwf sulle maglie del Teramo ...
Estrazione gas da lago Bomba. 'Il minist ...
Schiuma nel fiume Sangro tra Quadri e Vi ...
Impianto rifiuti sanitari infettivi ad A ...
Esperimento nucleare nel cuore del Gran ...
'Legge garage' della Regione Abruzzo imp ...
Inceneritore in Val di Sangro, tra Lanci ...
Atessa. Impianto di rifiuti tossici e in ...
Atessa. Progetto per impianto rifiuti os ...
'Vogliamo il Parco nazionale della Costa ...
Treglio. Travolto da un cinghiale nel gi ...
Inceneritore Val di Sangro, ambientalist ...
Valutazione impatto ambientale, Regione ...
Seggiovia Gamberale, contro il progetto ...
Fiumi. In Abruzzo nessun tratto balneabi ...
Abruzzo, temperature medie aumentate di ...
Sevel, la Fiom dice no ad elezioni Rsa s ...
Lanciano, a giudizio per abuso d'ufficio ...
Lanciano, fallimento San Marco confermat ...
Lanciano, legalita' nelle scuole: rinnov ...
Elettrodotto Villanova- Gissi, proteste ...
Elettrodotto Villanova-Gissi, D'Alfonso: ...
Elettrodotto Villanova- Gissi: una bufal ...
Corte Costituzionale, no a referendum co ...
Lanciano, provoca frattura alla figlia n ...
Elettrodotto Villanova - Gissi, Terna il ...
Elettrodotto Villanova-Gissi... Il parap ...
Lanciano, Open Day Terna elettrodotto Vi ...
Sasi, Scutti sotto processo. 'Rimuovere ...
'Via dalla mia terra e dai miei sacrific ...
Lanciano, carenza di personale in tribun ...
Comuni contro elettrodotto. D'Angelo: 'S ...
Treglio, lavoratrice licenziata due volt ...
Castel Frentano, coltivavano marijuana: ...
No Elettrodotto in visita al prefetto di ...
Elettrodotto Villanova-Gissi. Sit in e p ...
Editrice "Cenere di rosa" P. Iva 02140060696 - Testata giornalistica registrata al Tribunale di Lanciano n. 183 del 23.10.2008
Abruzzolive.tv - Vico 2 Ravizza, n° 15 - 66034 Lanciano (Chieti)
Redazione studi televisivi - Contrada Severini, n° 2 - 66030 Treglio (Chieti)
Tel. e Fax 0872.716346 (Cell. 389.9632577) - Pubblicità 0872.716346
Direttore responsabile: Serena Giannico
Direttore editoriale, Responsabile marketing: Massimiliano dott. Brutti
All rights reserved - redazione@abruzzolive.tv

Sito realizzato da Davide Luciani in collaborazione con EM Technology