Abruzzolive.tv

In evidenza

Infortunio in Sevel. Fca: 'Produzione bloccata per soccorsi'. Prc e Si:'Sfruttamento intensificato'

"I soccorsi sono scattati immediatamente seguendo le procedure d’intervento interne. La linea è stata immediatamente bloccata per consentire di prestare la prima assistenza e, una volta attuate le manovre di primo soccorso e attivati i soccorsi attraverso l’infermeria dello stabilimento, è stata riavviata. Il lavoratore già in infermeria di stabilimento si era ripreso e avrebbe voluto tornare al lavoro ma in via precauzionale è stata inviato per accertamenti all’ospedale. Gli è stato riscontrato un trauma cranico non commotivo, prescritto un periodo di dieci giorni di riposo e mandato a casa". Così Fca (Fiat Chrysler Automobiles) in una nota invita ad Abruzzolive.tv. Fiat interviene sull'episodio denunciato l'altro ieri, in massa, dai sindacati in merito ad un infortunio avvenuto in Sevel. 


Un dipendente, un team leader, aveva da poco iniziato il proprio turno in fabbrica quando, nel settore Montaggio, presso la postazione fissaggio sedili, “mentre svolgeva attività di propria competenza, ha sbattuto violentemente la testa contro un braccio meccanico utilizzato per il montaggio dei sedili”. L'uomo è svenuto e si è accasciato al suolo. I colleghi hanno lanciato l'allarme. “Nell'attesa dei soccorsi - hanno denunciato in coro e compatti Fim, Fiom, Uilm, Fismic e Usb - il ciclo produttivo è stato stoppato solo per qualche secondo, non tenendo in considerazione quanto successo. I responsabili di produzione hanno ritenuto di riavviare l'attività, costringendo gli addetti a rimettersi all'opera, nonostante il lavoratore incidentato fosse lì a terra e fosse da ostacolo alle operazioni. Inaccettabile - hanno evidenziato in più documenti sindacali - la decisione di non fermare la linea per il tempo necessario ai soccorsi. Un fatto grave, da stigmatizzare con forza. Dopo gli ultimi episodi accaduti, ci auguravamo che la gestione delle emergenze venisse fatta tenendo conto delle persone prima e successivamente della produzione”. Secondo l'azienda, invece, tutto è avvenuto nella norma e la "linea è stata fermata per il tempo necessario". Fiom ha proclamato e attuato immediatamente un'ora di sciopero.

L'episodio arriva anche sui tavoli politici. “Ancora una volta - interviene Maurizio Acerbo, segretario nazionale Prc - alla Sevel di Atessa, la più grande fabbrica italiana del gruppo Fca, si verificano situazioni che dovrebbero suscitare un'ondata d'indignazione nei confronti del regime imposto in fabbrica da Marchionne. Dopo l'operaio costretto a urinarsi addosso perché il capo non lo autorizza ad andare in bagno, è la volta del capo che ordina agli operai di non soccorrere un compagno svenuto dopo aver sbattuto la testa. Siamo di fronte a una logica disumana, - sottolinea Acerbo - nell'ambito di un'intensificazione dello sfruttamento che non tiene conto dei più elementari diritti. Questi episodi sono al clima generale che l'azienda ha imposto. Poi ci vengono a raccontare la balla che i padroni non esistono più! Questa è l'Italia senza più le tutele dell'articolo 18!” Fortunatamente le lavoratrici e i lavoratori della Sevel hanno reagito con lo sciopero dimostrando che i valori della solidarietà possono essere più forti. Di questa situazione i principali responsabili sono i partiti come il Pd - conclude Acerbo - che in questi anni si sono schierati dalla parte di Marchionne e si sono scatenati nel cancellare tutele e diritti”. 

"Una scelta aziendale disumana e un comportamento inqualificabile, in base alla quale la produzione viene prima del rispetto delle persone, anche di fronte ad un incidente sul lavoro": lo dichiara Gianni Melilla, deputato abruzzese di Articolo 1 - Movimento democratico e Progressista annunciando la presentazione al ministro del Lavoro di un'interrogazione "per sapere se non intenda far piena luce su quanto accaduto e accertare i livelli di sicurezza delle condizioni di lavoro alla Sevel di Atessa, anche in considerazione degli incessanti ritmi e carichi di lavoro conseguenti alle ottime condizioni di mercato del veicolo commerciale prodotto, il Ducato, che quest'anno raggiungerà una produzione vicina al massimo storico di 290 mila furgoni".

Nicola Fratoianni segretario nazionale di Sinistra italiana: "Forse - aggiunge - è arrivata davvero l'ora che gli ispettori del ministero del Lavoro ispezionino fino in fondo quello fabbrica. I manager della Sevel devono ricordarsi di essere nel terzo millennio e non nel Medioevo. Glielo ricorderemo anche attraverso un'interrogazione parlamentare rivolta al ministro del Lavoro".        

14 aprile 2017


@RIPRODUZIONE VIETATA

Numero visite 3137

Commenti

Servizi correlati

VIDEO live. Incendio alla Sevel di Atess ...
VIDEO integrale. Fondovalle Sangro, l'in ...
VIDEO. Delrio in Sevel. Lolli e D'Alessa ...
VIDEO. Delrio in Sevel: 'Fabbrica all'av ...
VIDEO. 'Repressione e licenziamenti pret ...
VIDEO. Val di Sangro, polo automotive: e ...
VIDEO. Sevel: festa per i 5 milioni di f ...
VIDEO. Sevel, una buona annata. Sindacat ...
VIDEO. Fiat Termoli e Sevel, truffa chia ...
'Sevel? Il 10 per cento del Pil d'Abruzz ...
Sevel presenta il Nuovo Ducato. 'E nel 2 ...
Video. Fiom Abruzzo e Molise: 'In Sevel ...
Sevel, Fiom: 'Quel furgone prodotto in R ...
Sevel, calo produzione: dal 26 aprile al ...
'Sevel, 30 anni di storia... e di lotte' ...
'Sevel, 30 anni di storia... e di lotte' ...
Sevel, richiami e discriminazioni: Fiom ...
Sevel, 'senza progetti declino inevitabi ...
'Rientro della Fiom in Sevel, le ragioni ...
Sevel, carichi di lavoro insostenibili. ...
VIDEO. MilleVoci - Tutt'altra musica... ...
VIDEO. MilleVoci - Tutt'altra musica... ...
VIDEO. 'Notizie Ascom'. 'Poesia e impres ...
VIDEO. Motociclismo. Ad Ortona la Lorenz ...
VIDEO. Ortona, pazzi per le due ruote... ...
No raffineria a Bomba, la protesta a L'A ...
VIDEO. Terremoto, Gentiloni nel Teramano ...
VIDEO. Terremoto e maltempo: l'emergenza ...
'Fim e Uilm vogliono cacciare Fiom da Se ...
No raffineria sul lago, esultano i citta ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Gautieri: ' ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Torrente: ' ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Mammarella: ...
Terremoto - Dalla catastrofe al virtuale ...
'Abruzzo doc' - Petrolio sulla Costa dei ...
Atessa, consiglio caldo sull'ospedale. Z ...
Esclusivo - Frustate col rosario a minor ...
Esclusivo - Lanciano, frustate col rosar ...

Articoli correlati

Sevel, da bonus spesa ad assistenza: il ...
Sevel, Fiom proclama sciopero: 'Basta ai ...
Sevel, incendio per surriscaldamento gr ...
Atessa. Incendio in Sevel: produzione fe ...
Sulmona, caporeparto e interinale licenz ...
Sevel, lavoratore si infortuna. 'Ma azie ...
Ferie estive, Sevel chiudera' per una so ...
Atessa, Sevel tra luci ed ombre. Fiom: ' ...
Sevel, nuove assunzioni. Uilm: 'Fiducios ...
Sevel, nuove assunzioni. Fiom: 'Ancora i ...
Sevel assume 130 operai: lo annuncia l'a ...
Sevel, Fim Cisl: 'Ecco tutti i bonus di ...
Sevel, gli negano di andare in bagno. La ...
Sevel, gli negano di andare in bagno. Cr ...
Sevel, gli vietano di andare in bagno e ...
Sevel, arriva premio di produzione di 1. ...
Atessa. Sevel, non lo fanno andare in ba ...
Maltempo Abruzzo. Sevel, attivita' produ ...
Maltempo in Abruzzo. Black out in Sevel, ...
Sevel, per il Ducato nuovo riconosciment ...
Maltempo Abruzzo. A Guardiagrele crolla ...
1.100 vini in concorso: ecco 'La selezio ...
Maltempo Abruzzo. Comune Lanciano offre ...
Maltempo Abruzzo. Allerta esondazione fi ...
'Crepi il lupo', anzi 'In bocca al lupo' ...
Terremoto L'Aquila. 'Crollo Casa student ...
Treglio, eletti sindaco e Consiglio comu ...
Calcio. Nasce la Nazionale dei terremota ...
Maltempo Abruzzo. In 100mila senza luce ...
L'Aquila, blitz carabinieri in Regione. ...
Terremoto. Scossa tra Amatrice e Montere ...
Terremoto, 11.431 i cittadini assistiti
Terremoto, agricoltori e allevatori a Mo ...
Editrice "Cenere di rosa" P. Iva 02140060696 - Testata giornalistica registrata al Tribunale di Lanciano n. 183 del 23.10.2008
Abruzzolive.tv - Vico 2 Ravizza, n° 15 - 66034 Lanciano (Chieti)
Redazione studi televisivi - Contrada Severini, n° 2 - 66030 Treglio (Chieti)
Tel. e Fax 0872.716346 (Cell. 389.9632577) - Pubblicità 0872.716346
Direttore responsabile: Serena Giannico
Direttore editoriale, Responsabile marketing: Massimiliano dott. Brutti
All rights reserved - redazione@abruzzolive.tv

Sito realizzato da Davide Luciani in collaborazione con EM Technology