Abruzzolive.tv

In evidenza

I rifiuti di Roma... Un affare milionario per l'Abruzzo

La questione è tra Pd e Cinque Stelle. Perché l'Abruzzo, dopo un balletto politico legato alle prossime elezioni e dopo l'abbandono della soluzione Emilia Romagna, darà quasi certamente il nulla osta all'arrivo di ulteriori rifiuti da Roma. L'immondizia della capitale, l'indifferenziata, approderà nella regione dei parchi. Il presidente della giunta abruzzese, Luciano D'Alfonso, ha scritto una lettera alla sindaca Virginia Raggi dove parla di “responsabilità condizionata”. Di disponibilità ma... “Ma – spiega il sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo, Mario Mazzocca, con delega all'Ambiente – abbiamo posto alcune condizioni al fine di poter valutare un possibile accordo di programma”. Quali? 


 “Il quantitativo di rifiuti, non gestibili in autonomia dal Comune di Roma, per i quali si chiede il conferimento in Abruzzo; l’arco temporale per il quale necessita l’accordo per ragioni di solidarietà istituzionale; l’itinerario e il numero di passaggi quotidiani sulla viabilità minore ad esclusione del tratto autostradale interessato, poiché capace di reggere anche grandi consistenze di spostamento; gli interventi posti in essere (dal Comune di Roma) per superare la situazione di emergenza, nel più breve tempo possibile; i costi preventivati per espletare il trasferimento e le modalità di pagamento”. Finora nessuna risposta dalla sindaca che comunque, alla fine, sarà costretta ad ammettere l'emergenza e quindi anche il proprio fallimento. Si attende, quindi, dopo quella dell'Ama, la municipalizzata romana che si occupa della gestione del servizio rifiuti, una richiesta ufficiale di conferimento. D'Alfonso, ieri, a Roma per altri problemi, come il terremoto e i pedaggi autostradali, ha affrontato la questione col governatore del Lazio, Nicola Zingaretti. “Mi sembra che ci sia un atteggiamento positivo – ha dichiarato Zingaretti - e quindi sono ottimista che tra alcuni giorni si possa arrivare ad una soluzione positiva”. 

L'Abruzzo da tempo smaltisce i rifiuti di Roma, anche con lauti guadagni, per il pubblico e per il privato. In sostanza, è un affare. L'accordo con la Regione Abruzzo, il Lazio lo ha siglato il 16 ottobre 2014, valido per un anno. Poi rinnovato il 16 ottobre 2015 e pure nel 2016 e 2017. “Il 22 ottobre scorso, Roma – dice l'assessore all'Ambiente della Regione Lazio, Mauro Buschini - ha chiesto alla Regione Lazio di concordare con l'Abruzzo maggiori quantità di rifiuti da conferire. Richiesta da noi inoltrata. Falso e insopportabile essere, ora, accusati di inerzia quando, proprio grazie alla nostra azione mediatrice, Roma ha esportato in Abruzzo, in tre anni, oltre 100.000 tonnellate di rifiuti romani". Circa 180 tonnellate al giorno che giungono all’impianto Aciam di Aielli (Aq), ai quali si dovrebbero aggiungere ulteriori 60 mila tonnellate all’anno che dovrebbero essere trattati negli impianti della Deco a Chieti (30mila tonnellate) e della Cogesa a Sulmona (Aq). Quello dei rifiuti, in realtà, è un business milionario a cui l'Abruzzo punta e a certificarlo è il Piano regionale dei rifiuti approvato il 12 dicembre scorso e che prevede strutture al di sopra del fabbisogno interno rendendo esplicita in alcuni passaggi la candidatura a risolvere i problemi di altre regioni. 

I numeri sono quelli  forniti dal Forum H20. Per il trattamento della frazione organica il fabbisogno attuale abruzzese è di 135.809 tonnellate/anno, nel 2022 sarà di 143.620 tonnellate a fronte di una potenzialità di impianti che sarà, tra quattro anni, di 261.500. Per questa frazione l’Abruzzo avrebbe quindi un surplus di impianti di 117.880 tonnellate/anno. Passiamo ai rifiuti indifferenziati: fabbisogno attuale 267.952 tonnellate/anno diventerà nel 2022 di 171.199 tonnellate con potenzialità impianti di 463.736 tonnellate/anno e quindi un surplus di 292.537 tonnellate. Infine la frazione secca: il fabbisogno attuale è di 171.988 tonnellate che, nel 2022, saranno 188.874 con una potenzialità impianti di 305.000 tonnellate e un surplus di 116.126 tonnellate. Che, tirando le somme, diventano la bellezza di 526.543 tonnellate anno. In questa prospettiva si inserisce l’operazione rifiuti dalla capitale che porterà nelle casse abruzzesi, pubbliche e private, 13 milioni di euro se si considera il costo a tonnellata di 130 euro.

La spazzatura, intanto, diventa sempre più un tema da campagna elettorale: Roberta Lombardi sfida Nicola Zingaretti a un confronto tv per "fare chiarezza sulle responsabilità", mentre in Consiglio comunale il Pd mostra sacchetti della spazzatura per protesta. "Raggi spieghi dove vuole portarli", attaccano i dem. "La regione Emilia ha un costo di 180 euro a tonnellata, l'Abruzzo di 150 euro a tonnellata. Noi per far risparmiare i romani scegliamo quella che ha meno costi - contrattacca il candidato premier M5S Luigi Di Maio -. I presidenti di Emilia-Romagna, Abruzzo e Lazio sono dello stesso partito (Pd, ndr); usano i romani, temporeggiando maliziosamente, per la campagna elettorale". L'Abruzzo é più gradito. Il problema é che, come nel caso del presidente dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini, M5S rischia di dover dire grazie a un ente governato dai dem, non il massimo in campagna elettorale per le politiche. Un'ombra che pesa su tutti gli interventi sul tema rifiuti. 

"Serve subito un piano per lo smaltimento integrale dei rifiuti romani nella stessa Capitale - dice il ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti -. Altrimenti il problema diventerà davvero grave, e rischieremmo anche l'intervento dell' Unione europea». Come avvenne per la mega discarica di Malagrotta alcuni anni fa. La Commissione Ue fa sapere con un portavoce di essere "consapevole delle difficoltà nella gestione dei rifiuti a Roma e nel Lazio", che "il network regionale delle installazioni per lo smaltimento non appare pienamente operativo. Per il momento, tuttavia, non ci sono prove chiare di infrazioni delle direttive Ue". Intanto Ama, tra una lite e l'altra, ha firmato un contatto con Rida Ambiente, una società che opera nel Lazio, per poter trattare nel suo impianto 40 mila tonnellate di rifiuti di Roma nel 2018. Il trattamento riguarda i rifiuti indifferenziati ed è su base annua. "L'accordo ha decorrenza immediata e rientra tra i normali conferimenti effettuati all'interno della regione".
09 gennaio 2017

@RIPRODUZIONE VIETATA

Numero visite 419

Commenti

Servizi correlati

VIDEO. Val di Sangro, ecco la piattaform ...
VIDEO. Lanciano, raccolta differenziata ...
VIDEO. Lanciano, Ecolan a Forza Italia: ...
VIDEO. Ecolan a Lanciano fa il pieno di. ...
VIDEO. L'Aquila, se il percolato dei rif ...
VIDEO. Ecolan, Ranieri riconfermato pres ...
VIDEO. Lanciano, ecco il Centro del rius ...
Lanciano, discarica Cerratina: falde inq ...
Lanciano, quali gli effetti della discar ...
Lanciano, Cerratina: riaperto impianto p ...
'Basta rifiuti monopolizzati da privati. ...
Rifiuti, Ecolan: tagli ai costi e piu' r ...
Raccolta differenziata, rifiuti ingombra ...
Imballaggi Casalincontrada, le ragioni d ...
Comune Lanciano: 'Non sara' Tares, sara' ...
Lanciano, discarica Cerratina: 2.700 que ...
'Basta con i rifiuti ingombranti per str ...
'I rifiuti e la loro incidenza su malatt ...
Rifiuti urbani, ecco un progetto integra ...
San Vito, le spiaggette dell'Eremo piene ...
VIDEO. MilleVoci - Tutt'altra musica... ...
VIDEO. MilleVoci - Tutt'altra musica... ...
VIDEO. 'Notizie Ascom'. 'Poesia e impres ...
VIDEO. Motociclismo. Ad Ortona la Lorenz ...
VIDEO. Ortona, pazzi per le due ruote... ...
VIDEO. 'Festival della Partecipazione' a ...
VIDEO. 'Notizie Ascom'. Pescara, diretti ...
No raffineria a Bomba, la protesta a L'A ...
VIDEO. Terremoto, Gentiloni nel Teramano ...
VIDEO. Terremoto e maltempo: l'emergenza ...
No raffineria sul lago, esultano i citta ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Gautieri: ' ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Torrente: ' ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Mammarella: ...
Terremoto - Dalla catastrofe al virtuale ...
'Abruzzo doc' - Petrolio sulla Costa dei ...
Atessa, consiglio caldo sull'ospedale. Z ...
Esclusivo - Frustate col rosario a minor ...
Esclusivo - Lanciano, frustate col rosar ...
Vasto, Consiglio comunale su sanita'. 'D ...

Articoli correlati

'Ue aspetta dall'Abruzzo la bonifica di ...
Lanciano, Ecolan e' societa' in house: i ...
Rifiuti di Roma in Abruzzo: ok temporane ...
I rifiuti della capitale in Abruzzo? Tut ...
Nuovi progetti e differenziata da record ...
Lanciano, incarichi ed assunzioni ad Eco ...
Discariche abusive in Abruzzo: 4, del Ch ...
Il fiume Sangro come discarica, tra Lanc ...
Rifiuti apparecchiature elettroniche: in ...
Abruzzo, bonifica discariche: stanziati ...
Lanciano, Regione da' ok a impianto comp ...
Discariche abusive a Chieti e a Guardiag ...
Lanciano. Massimo Ranieri confermato pre ...
Lanciano. Ecolan triplica fatturato. Rac ...
Rifiuti. In Abruzzo sono 81 i Comuni ric ...
Lanciano, scarico abusivo e abbandono di ...
Lanciano, Forestale sequestra discarica ...
Discariche abusive nel Chietino: 10 denu ...
Nei piccoli comuni del Chietino tutti pa ...
Lanciano, abbandona frigorifero e congel ...
Maltempo Abruzzo. A Guardiagrele crolla ...
1.100 vini in concorso: ecco 'La selezio ...
Maltempo Abruzzo. Comune Lanciano offre ...
Maltempo Abruzzo. Allerta esondazione fi ...
'Crepi il lupo', anzi 'In bocca al lupo' ...
Terremoto L'Aquila. 'Crollo Casa student ...
Sevel, nuove assunzioni. Uilm: 'Fiducios ...
Treglio, eletti sindaco e Consiglio comu ...
Calcio. Nasce la Nazionale dei terremota ...
Ricostruzione a L'Aquila: le mazzette de ...
Atessa. Alla Honeywell si continua a lo ...
Maltempo Abruzzo. In 100mila senza luce ...
Sevel, arriva premio di produzione di 1. ...
Sevel, gli vietano di andare in bagno e ...
Sevel, gli negano di andare in bagno. Cr ...
Sevel, gli negano di andare in bagno. La ...
Sevel, Fim Cisl: 'Ecco tutti i bonus di ...
L'Aquila, blitz carabinieri in Regione. ...
Terremoto. Scossa tra Amatrice e Montere ...
Terremoto, 11.431 i cittadini assistiti
Editrice "Cenere di rosa" P. Iva 02140060696 - Testata giornalistica registrata al Tribunale di Lanciano n. 183 del 23.10.2008
Abruzzolive.tv - Vico 2 Ravizza, n° 15 - 66034 Lanciano (Chieti)
Redazione studi televisivi - Contrada Severini, n° 2 - 66030 Treglio (Chieti)
Tel. e Fax 0872.716346 (Cell. 389.9632577) - Pubblicità 0872.716346
Direttore responsabile: Serena Giannico
Direttore editoriale, Responsabile marketing: Massimiliano dott. Brutti
All rights reserved - redazione@abruzzolive.tv

Sito realizzato da Davide Luciani in collaborazione con EM Technology