Abruzzolive.tv

In evidenza

Civitaluparella. Voleva abbattere sperone roccioso del paese: rinviato a giudizio l'ex sindaco

L'idea era di abbattere lo sperone roccioso che fa da contrafforte al paese di Civitaluparella (Ch): tre milioni 764.500 metri cubi di montagna che, secondo lui, avrebbero dovuto essere eliminati. E, per poterlo fare, secondo quanto contestato dalla magistratura, ha fatto risultare, su atti pubblici, che quella roccia “rappresentava un pericolo potenziale”. In realtà l'obiettivo – stando ai capi d'accusa – era di  procurare “ingiusti vantaggi economici e patrimoniali” ad un'impresa. Per ciò l'ex sindaco di Civitaluparella, Mariano Ficca, 60 anni,  è stato oggi rinviato a giudizio dal gup del Tribunale di Lanciano, Marina Valente. Il processo comincerà il prossimo 2 maggio. 

L'imputato, difeso dall'avvocato Maurizio Giannattasio, deve rispondere di abuso d'ufficio, corredato da alcune violazioni di legge, come  quella dell'articolo 97 della Costituzione, “in relazione all'imparzialità dell'azione del pubblico funzionario, con divieto di favoritismo”. La vicenda penale è legata alla cava di inerti di località Ristretta di Civitaluparella, ampia circa un ettaro e riattivata nel 2004 con un progetto di ripristino ambientale mai portato e termine e per il quale pende un altro procedimento penale. Ficca, ora capogruppo consiliare d'opposizione, è accusato, in sostanza, di aver architettato e messo in pratica una serie di azioni finalizzate a far proseguire l'attività estrattiva alla srl Das, per almeno altri 15 anni. Guai giudiziari, naturalmente, anche per i titolari della società, Emidio e Guido Alimonti, di Guardiagrele, “quali beneficiari, consapevoli delle illegittimità” compiute. Anche loro, assistiti dagli avvocati Maurizio Minichilli e Pierluigi Tenaglia, sono finiti sotto processo. 

Con delibera 81 del 28 novembre 2011, l'ex giunta comunale, capitanata da Ficca, decise l’ampliamento della cava. Gli atti approdarono in Regione e il Comitato Via (Valutazione impatto ambientale) il 21 febbraio 2013  stabilì che il piano proposto dal Comune era di dimensioni tali “da rendere necessario un approfondimento”. Un progetto faraonico, “altamente impattante”: materiale da prelevare oltre 3 milioni e mezzo di metri cubi, a cui vanno aggiunti i 2 milioni 273.692 metri cubi precedentemente autorizzati ed in ordine ai quali la cava era già sotto sequestro ed è in corso, dal 2012, un procedimento penale, a carico dei vertici della Das, per truffa ai danni del Comune  e per violazioni ambientali. Per ciò la Regione non ha autorizzato ma ha sollecitato controlli. 

E l'allora il sindaco, per aggirare gli ostacoli e sbloccare la situazione, il 4 aprile 2014 adottò un'ordinanza, con carattere d'urgenza e “al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità pubblica e la sicurezza urbana”: con essa dispose “l'abbattimento/asportazione dello sperone roccioso situato nella porzione nord-est della cava”. E affidò gli interventi – 3 milioni 700 mila metri cubi da sbancare - e la successiva bonifica dell'area - con rimozione del materiale, trasporto a valle, lavorazione e vendita - ai gestori della cava. L'ordinanza non venne inviata neppure al prefetto, come prevede il Testo unico degli enti locali. E, soprattutto, ha verificato la Procura, non è mai esistito alcun rischio per la collettività. Il tutto – come emerge dal corposo capo d'imputazione – serviva solo a consentire alla ditta di riprendere l’attività estrattiva, da un lato bloccata dal sequestro della magistratura,  dall’altro dal mancato rinnovo dell’autorizzazione regionale. Il Comune di Civitaluparella, adesso guidato  dal sindaco Loredana Peschi, si è costituito parte civile. In aula, questa mattina, per il Comune, c'era l'avvocato Diana Peschi, in rappresentanza dell'avvocato Cristiana Rulli che sta seguendo la vicenda. 12 febbraio 2018

Serena Giannico
@RIPRODUZIONE VIETATA 

Numero visite 1640

Commenti

Servizi correlati

'No eolico selvaggio, stop biocidio': ca ...
Civitaluparella, passeggiata tra i monti ...
'Abruzzo doc' - Alla scoperta di Civital ...
VIDEO. Cinghiali, la carica dei sindaci. ...
VIDEO. MilleVoci - Tutt'altra musica... ...
VIDEO. MilleVoci - Tutt'altra musica... ...
VIDEO. 'Notizie Ascom'. 'Poesia e impres ...
VIDEO. Motociclismo. Ad Ortona la Lorenz ...
VIDEO. Ortona, pazzi per le due ruote... ...
VIDEO. 'Festival della Partecipazione' a ...
VIDEO. 'Notizie Ascom'. Pescara, diretti ...
No raffineria a Bomba, la protesta a L'A ...
VIDEO. Terremoto, Gentiloni nel Teramano ...
VIDEO. Terremoto e maltempo: l'emergenza ...
No raffineria sul lago, esultano i citta ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Gautieri: ' ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Torrente: ' ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Mammarella: ...
Terremoto - Dalla catastrofe al virtuale ...
'Abruzzo doc' - Petrolio sulla Costa dei ...
Atessa, consiglio caldo sull'ospedale. Z ...
Esclusivo - Frustate col rosario a minor ...
Esclusivo - Lanciano, frustate col rosar ...

Articoli correlati

Cava di Civitaluparella, ditta conferma ...
Asfalti elettorali: a processo ex ammini ...
Comune Civitaluparella: no a gettoni di ...
Civitaluparella. 'Via 3 milioni 700 mila ...
Cava di Civitaluparella, 18 mesi di carc ...
Civitaluparella tra arte ed archeologia. ...
Dopo 'Civitaluparella Wind' arriva 'Parc ...
Civitaluparella, la proposta del Comune. ...
Eolico Civitaluparella... Quei zelanti s ...
Eolico a Civitaluparella, dalla Regione ...
Eolico Civitaluparella, la Regione Abruz ...
Eolico a Civitaluparella, atteso annulla ...
Civitaluparella, in cento alla scoperta ...
Maltempo Abruzzo. A Guardiagrele crolla ...
1.100 vini in concorso: ecco 'La selezio ...
Maltempo Abruzzo. Comune Lanciano offre ...
Maltempo Abruzzo. Allerta esondazione fi ...
'Crepi il lupo', anzi 'In bocca al lupo' ...
Terremoto L'Aquila. 'Crollo Casa student ...
Sevel, nuove assunzioni. Uilm: 'Fiducios ...
Treglio, eletti sindaco e Consiglio comu ...
Calcio. Nasce la Nazionale dei terremota ...
Ricostruzione a L'Aquila: le mazzette de ...
Atessa. Alla Honeywell si continua a lo ...
Sevel, per il Ducato nuovo riconosciment ...
Neve e disagi frenano la Sevel di Atessa ...
Maltempo Abruzzo. In 100mila senza luce ...
Sevel, arriva premio di produzione di 1. ...
Sevel, gli vietano di andare in bagno e ...
Sevel, gli negano di andare in bagno. Cr ...
Sevel, gli negano di andare in bagno. La ...
Sevel, Fim Cisl: 'Ecco tutti i bonus di ...
L'Aquila, blitz carabinieri in Regione. ...
Editrice "Cenere di rosa" P. Iva 02140060696 - Testata giornalistica registrata al Tribunale di Lanciano n. 183 del 23.10.2008
Abruzzolive.tv - Vico 2 Ravizza, n° 15 - 66034 Lanciano (Chieti)
Redazione studi televisivi - Contrada Severini, n° 2 - 66030 Treglio (Chieti)
Tel. e Fax 0872.716346 (Cell. 389.9632577) - Pubblicità 0872.716346
Direttore responsabile: Serena Giannico
Direttore editoriale, Responsabile marketing: Massimiliano dott. Brutti
All rights reserved - redazione@abruzzolive.tv

Sito realizzato da Davide Luciani in collaborazione con EM Technology