Abruzzolive.tv

In evidenza

Atessa, stop a ridimensionamento e chiusura dell'ospedale. E la Regione concorda

Atessa (Ch) - Stop alla trasformazione dell'ospedale di Atessa in ospedale di comunità. E stop al taglio dei servizi e alla spoliazione dei reparti in atto da anni. Il Consiglio comunale di Atessa, ieri sera, ha approvato all'unanimità una mozione a sostegno del riconoscimento del presidio ospedaliero “San Camillo de Lellis” come ospedale di area disagiata. Una proposta partita e portata avanti dall'attuale amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giulio Borrelli, e che ha trovato tutti d'accordo. Anche la Regione Abruzzo (in aula c'erano il presidente Luciano D'Alfonso e l'assessore alla Sanità, Silvio Paolucci) che ha  abbandonato l'atteggiamento di chiusura avuto finora e ha dato pieno sostegno all'iniziativa. “Nelle prossime ore – ha evidenziato  Paolucci – approveremo una delibera in cui sarà fermato il ridimensionamento dell'ospedale, con sospensione dei relativi provvedimenti attuativi, e che avvierà questa nuova fase, con cui si intende qualificare la struttura riclassificando il presidio come ospedale di area svantaggiata”. “Al più presto  - ha sottolineato D'Alfonso, incalzato anche dai vari sindaci presenti – sarà istituito un tavolo paritario tra enti locali (Regione Abruzzo, Comune di Atessa ed altri Comuni) per portare avanti questa istanza. Le decisioni, ricordiamolo, non sono di competenza esclusiva della Regione, ma anche di due ministeri: quello della Sanità, della Lorenzin, e del Mef, Economia e Finanze. Quindi dobbiamo dare vita ad un confronto e ad un dialogo, impegnativo, con dati che argomentino in maniera convincente. Lavoriamoci sodo, qui nessuno ci guadagna a dire no”. Il documento, quindi, ha avuto l'ok dei consiglieri di maggioranza, di Uniti per Atessa, e di quelli di opposizione: Liberatessa, Movimento 5 Stelle e Progetto Atessa.

  Una seduta intensa e a tratti infuocata, seguita da centinaia di cittadini e da numerosi sindaci del territorio, giunti anche da molti centri montani, e dal prefetto di Chieti, Antonio Corona. Al Consiglio hanno preso parte anche il direttore dell'Agenzia sanitaria regionale (Asr), Alfonso Mascitelli e Mauro Febbo, presidente della Commissione vigilanza in Regione. “Non mi interessa, ora, - ha  spiegato il sindaco Borrelli -  riproporre le polemiche del passato. Di chi è la colpa se il “San Camillo” è in una condizione pietosa, di smantellamento, e di disarmo. Le responsabilità politiche sono di chi ha amministrato la Regione (centrodestra e centrosinistra) e di chi ha guidato la Asl, nei lustri passati e la guida adesso. Oggi, però, non è in discussione il passato, ma il futuro. Che cosa fare per salvare il salvabile? Per noi, come nuova amministrazione comunale di Atessa, insediata da quattro mesi, l’ospedale è stato il primo pensiero ed abbiamo inviato, nei primi giorni del mese di agosto, questa proposta, con una lettera-documento, ai ministri della Salute, dell'Economia e Finanza, al presidente della Regione Abruzzo, e all'assessore regionale alla Sanità. Una proposta né forte né debole, né velleitaria né rinunciataria, ma una proposta realistica e  non isolata, che tiene conto dei dati, dei numeri, della legislazione vigente in materia sanitaria, e compatibile con le esigenze della nostra gente e della nostra terra. Chiediamo in sostanza che il nostro ospedale non venga riconvertito in ospedale di comunità, per intenderci, luogo per curare gli anziani cronici, geriatrici, ma venga trasformato da ospedale generalista (come era una volta) in ospedale di area disagiata, in considerazione del fatto che Atessa è paese-cerniera tra una vitale zona industriale e un entroterra disagiato, anche di alta montagna, un territorio fatto di centri distanti più dei tempi, previsti per legge, dagli ospedali principali, tenuto conto anche delle condizioni delle strade, che rendono questi centri difficilmente raggiungibili, soprattutto d’inverno”. 

 “Non voglio - ha aggiunto Borrelli -  fare l’elogio 'del piccolo è bello', ma ci sono casi,  patologie minori, che richiedono interventi ospedalieri (oltre che ambulatoriali) che debbono essere offerti sul territorio, anche per alleggerire il carico che grava sugli ospedali maggiori, oggi, spesso, in grande affanno. Siamo piccoli, qui nel Sangro-Aventino, ma tutti assieme siamo una città- territorio, una città diffusa su una vasta area dall’Adriatico alle pendici della Majella, dal mare ai monti. Ed è in nome di questo territorio che noi ci battiamo per rivendicare i nostri diritti. Il diritto alla salute del cittadino di Castiglione Messer Marino, di Palena, di Montenerodomo, di Tornareccio, Pizzoferrato o Montazzoli deve essere garantito come al cittadino di Spoltore o Cepagatti. Andremo anche a Roma a discutere. Non c’è altro tempo da perdere”. 

Drammatica la testimonianza del sindaco di Quadri, Silvio di Pietro: “Mio padre – ha raccontato – si è sentito male ed è morto mentre tentavamo di raggiungere l'ospedale più vicino. E' morto strada facendo. Vorrei che chi decide di tagliare venisse a vivere nelle nostre comunità, soprattutto in inverno, e capisse quanto è difficile salvare vite. Per questo l'ospedale di Atessa va salvaguardato”. 

Agguerriti gli interventi dei gruppi di minoranza consiliare, che hanno ripercorso lungamente le traversie dell'ospedale, "depredata di reparti, medici e di servizi". Carmine Fioriti, di Progetto Atessa, ha tuonato: "Spesso ci sono state buone intenzioni, mai concretezza. E, nel frattempo, siamo diventati una... Caporetto. L'unica camera che qui ancora è efficiente... è quella mortuaria". Vincenzo Pellegrini, capogruppo di Liberatessa, ha spronato la Regione a mantenere gli impegni e a lavorare per il riconoscimento di 'ospedale di zona disagiata'. Il grillino Emilio Falcone ha ripercorso le tappe dello "smembramento e della cancellazione" dell'ospedale. "Il Pronto soccorso - ha ricordato - funge solo da centro di smistamento, il Laboratorio analisi si occupa del mero prelievo, c'è una sola ambulanza del 118... Basta con i tagli di servizi irrinunciabili agli ospedali pubblici in favore delle strutture private". All'ex sindaco Nicola Cicchitti non piace molto l'idea dell'ospedale di area disagiata perché, ha tenuto a puntualizzare, "è solo un ripiego e non mi accontento". Comunque alla fine delle polemiche tutti concordi nel portare avanti la proposta.
Il bacino di utenza dell'ospedale di Atessa è di 49mila abitanti per 31 comuni.
07 novembre 2017


@RIPRODUZIONE VIETATA

Numero visite 2156

Commenti

Servizi correlati

VIDEO. Atessa, si' unanime del Consiglio ...
VIDEO. Atessa, doppiette in azione: e' c ...
VIDEO. Atessa tra storia e arte. Tutta l ...
VIDEO. Atessa. Borrelli scrive a Lorenzi ...
VIDEO. Atessa, Consiglio comunale: insed ...
VIDEO integrale. Atessa, il primo Consig ...
VIDEO. Atessa, ecco la giunta Borrelli
VIDEO. Atessa, musica e motori protagoni ...
VIDEO. Atessa, incontro sulla rigenerazi ...
VIDEO. Atessa in festa per l'inaugurazio ...
VIDEO. Atessa, arrivati i primi immigrat ...
VIDEO. Atessiadi 2016, la cerimonia inau ...
VIDEO. Tutti pazzi per le Atessiadi
VIDEO. Atessa, protesta per l'ospedale. ...
VIDEO. Atessa in corteo: 'L'ospedale non ...
Atessa, fiaccolata per salvare l'ospedal ...
VIDEO. Atessa, 'Orto a chi tocca'... Co ...
VIDEO. 'Home page' con Giulio Borrelli. ...
VIDEO. Atessa, protesta a L'Aquila contr ...
VIDEO. Atessa, giu' le mani dall'ospedal ...
VIDEO. MilleVoci - Tutt'altra musica... ...
VIDEO. MilleVoci - Tutt'altra musica... ...
VIDEO. 'Notizie Ascom'. 'Poesia e impres ...
VIDEO. Motociclismo. Ad Ortona la Lorenz ...
VIDEO. Ortona, pazzi per le due ruote... ...
VIDEO. 'Festival della Partecipazione' a ...
VIDEO. 'Notizie Ascom'. Pescara, diretti ...
No raffineria a Bomba, la protesta a L'A ...
VIDEO. Terremoto, Gentiloni nel Teramano ...
VIDEO. Terremoto e maltempo: l'emergenza ...
No raffineria sul lago, esultano i citta ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Gautieri: ' ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Torrente: ' ...
Calcio, Lanciano - Bari 0-3. Mammarella: ...
Terremoto - Dalla catastrofe al virtuale ...
'Abruzzo doc' - Petrolio sulla Costa dei ...
Atessa, consiglio caldo sull'ospedale. Z ...
Esclusivo - Frustate col rosario a minor ...
Esclusivo - Lanciano, frustate col rosar ...

Articoli correlati

Atessa, mori' di infarto in ambulanza. D ...
Atessa, auditorium 'Italia': la giunta t ...
Atessa, stop ai tagli: la Regione salva ...
Atessa. Fioriti: 'Ospedale, ora aspettia ...
Atessa, il 6 novembre Consiglio comunale ...
Atessa, come cambia la raccolta rifiuti ...
Atessa sceglie Ecolan: da novembre nuovo ...
Atessa. Con rastrelli e guanti, tutti a ...
Atessa. La Soprintendenza blocca i lavor ...
Atessa. Il numero uno di Honda in visita ...
Comune Atessa. 'Critica la situazione ec ...
Atessa, nel fine settimana i festeggiame ...
Cento ettari a fuoco tra Atessa, Tornare ...
Va a cercare tartufi, gli incendiano l'a ...
Atessa. 'Senza ospedale, soldi a Lancian ...
Elezioni 2017. Atessa, tre nomi per il M ...
Atessa, si sfonda solaio: commerciante p ...
Atessa, minacciano imprenditore che li h ...
Atessa, da ospedale a cronicario: 'Cosi' ...
Atessa, rotonde sulla provinciale 119: c ...
Maltempo Abruzzo. A Guardiagrele crolla ...
1.100 vini in concorso: ecco 'La selezio ...
Maltempo Abruzzo. Comune Lanciano offre ...
Maltempo Abruzzo. Allerta esondazione fi ...
'Crepi il lupo', anzi 'In bocca al lupo' ...
Terremoto L'Aquila. 'Crollo Casa student ...
Sevel, nuove assunzioni. Uilm: 'Fiducios ...
Treglio, eletti sindaco e Consiglio comu ...
Calcio. Nasce la Nazionale dei terremota ...
Ricostruzione a L'Aquila: le mazzette de ...
Atessa. Alla Honeywell si continua a lo ...
Maltempo Abruzzo. In 100mila senza luce ...
Sevel, arriva premio di produzione di 1. ...
Sevel, gli vietano di andare in bagno e ...
Sevel, gli negano di andare in bagno. Cr ...
Sevel, gli negano di andare in bagno. La ...
Sevel, Fim Cisl: 'Ecco tutti i bonus di ...
L'Aquila, blitz carabinieri in Regione. ...
Editrice "Cenere di rosa" P. Iva 02140060696 - Testata giornalistica registrata al Tribunale di Lanciano n. 183 del 23.10.2008
Abruzzolive.tv - Vico 2 Ravizza, n° 15 - 66034 Lanciano (Chieti)
Redazione studi televisivi - Contrada Severini, n° 2 - 66030 Treglio (Chieti)
Tel. e Fax 0872.716346 (Cell. 389.9632577) - Pubblicità 0872.716346
Direttore responsabile: Serena Giannico
Direttore editoriale, Responsabile marketing: Massimiliano dott. Brutti
All rights reserved - redazione@abruzzolive.tv

Sito realizzato da Davide Luciani in collaborazione con EM Technology